scritto da | on , , | Nessun commento

L’avvio di un magazzino automatico è un investimento molto importante per un’azienda e pertanto è necessaria una attenta analisi affinché l’investimento sia il più fruttuoso possibile. Le operazioni da fare per l’avvio del magazzino sono:

  1. Dimensionamento del magazzino
  2. Selezione dei codici da inserire nel magazzino
  3. Modalità di interfacciamento con il gestionale
  4. Configurazione del software di gestione del magazzino

La prima decisione riguarda quanto grande debba essere il magazzino, quanti vassoi sono necessari, quante baie di carico e quante di scarico.
Successivamente bisogna individuare quali tipi di codici inserire nel magazzino, possiamo adottare diversi parametri:

  1. Indice di rotazione
  2. Processo aziendale (vendita, ricambio, produzione ecc)
  3. Tipologia di codice

A questo punto bisogna individuare il modo in cui fare interfacciare il gestionale aziendale con il software di magazzino ovvero quali dati scambiare e la frequenza dello scambio
Come ultima operazione andremo a configurare il software del magazzino e a definire eventuali modifiche. I parametri da impostare possono essere i più diversi ma possiamo citarne alcuni abbastanza frequenti come l’ubicazione dinamica/statica, tipo di gestione fifo/lifo/volume, logiche di gestione delle liste di prelievo.

Lascia un Commento

News