Oridni aperti

ago
2009
25

scritto da | on , | Nessun commento

Gli ordini aperti sono ordini i cui quantitativi e le rispettive date di consegna possono essere variate nella finestra temporale di validità dell’ordine.
Gli ordini aperti sono costituiti da due elementi:

  1. Contratto
  2. Piano di consegna

Il contratto definisce il periodo di validità dell’ordine, le modalità di consegna, ed il grado di conferma. Il grado di conferma indica le fasce temporali e i modi di variazioni degli ordini. Consideriamo un cliente che invia il piano di consegna ogni 15 giorni è possibile definire in questo modo i gradi di conferma:
Ordini con consegna entro i 20 giorni dal rilascio del piano: nessuna variazione
Ordini con consegna entro i 40 giorni dal rilascio del piano: variazione del 15%
Ordini con consegna entro i 60 giorni dal rilascio del piano: variazione del 25%
Ordini con consegna entro i 80 giorni dal rilascio del piano: variazione del 45%
Ordini con consegna oltre gli 80 giorni dal rilascio del piano: variazione totale
Il piano di consgna indica in una tabella i quantitativi ordinati per i vari periodi definiti dal contratto. Solitamente i piani consegna vengono gestiti tramite EDI. Una volta caricato il piano di consegna viene lanciato l’algoritmo di calcolo del MRP che tiene conto dei vari gradi di conferma del piano consegna e genererà degli ordini di produzione, lavorazione o acquisto pianificati per quelle consegne che sono soggette a variazione mentre genererà ordini confermati per le altre consegne. La gestione degli ordini aperti apre una serie di problematiche collegate alla gestione dell’MRP come ad esempio gli articoli che hanno lead time superiore alla finestra degli ordinativi confermati, la non coincidenza del rilascio dei piani di consegna dei diversi clienti ed il lancio dell’MRP. Questi ed altri interrovativi verranno trattati nei prossimi post.

Lascia un Commento

News