ERP e logistica

feb
2010
16

scritto da | on | Nessun commento

La logistica come più volte evidenziato si occupa della gestione dei flussi di materiale ed informativi pertanto per una corretta gestione non può prescindere da un buon motore informativo che per un impresa di medie dimensioni è costituito da un sistema ERP, mentre per le piccole e microimprese è più corretto parlare di gestionale. Non è possibile pensare alla logistica di una azienda senza fare riferimento al suo sistema informativo in quanto sarebbe monca, infatti è impossibile che esista un flusso di materiali senza l’esistenza di un flusso di informazioni, perché un pallet si muova da un magazzino ad un altro è necessario che in qualche modo questa informazioni da qualche parte transiti. I sistemi ERP aiutano non solo affinché ci sia questo passaggio di informazioni ma aiutano anche nella pianificazione del flusso fisico dei materiali. I sistemi ERP rappresentano l’evoluzione dell’MRP che possiamo definire come l’equazione produttiva universale e che si identifica come il centro decisionale all’interno della gestione dei flussi di materiali. Infatti una volta ricevute i flussi informativi da parte dei clienti e dalla produzione l’MRP provvede alla pianificazione dei flussi di materiali che vengono poi gestiti dagli altri moduli del sistema ERP. Il sistema ERP è visto da diverse imprese come un qualcosa di pesante e complessa e che mal si adatta alla mutevole realtà aziendale, in realtà dietro questa considerazione a volte si nasconde l’incapacità di formalizzare i propri processi aziendali di mettere ordine nei flussi di informazioni e di materiali. I vantaggi di un flusso informativo ordinato sono rappresentati da una maggiore velocità (i dati standardizzati sono facilmente trasferibili all’interno della stessa azienda e tra aziende diverse) un maggior controllo del flusso e quindi una maggiore facilità di intervento in caso si presentino situazioni differenti da quanto pianificato, ed infine una maggiore flessibilità in termini di personale in quanto essendo formalizzati i flussi, la conoscenza non risiede nelle persone ma nel sistema, pertanto non è più necessario per gli operatori accumulare conoscenza specifica ma basta conosce come opera il sistema (In questo modo chi registra i DDT in acquisto può benissimo occuparsi dei DDT di vendita)

Lascia un Commento

News