Archivio per agosto 2010 | Pagina di archivio mensile

scritto da | on | Nessun commento

Il testo è un classico della gestione degli acquisti che spiega come massimizzare i risultati di azioni volte ad ottenere impensabili economie in un contesto operativo guidato da pratiche e metodologie che, pur lasciando ampia apertura all’iniziativa e alla creatività, consentono di gestire “fatti e uomini” con precisi strumenti di verifica dell’efficacia e dell’efficienza. Il volume spazia dalle classifiche e codifiche dei materiali alle pianificazioni, dal marketing d’acquisto all’analisi dei costi, dalle tecniche di negoziazione all’integrazione Acquisti/Gestione scorte, dalle convenzioni d’acquisto ai budget, dall’utilizzo dell’EDP alla realizzazione della interfunzionalità attraverso i lavori di gruppo e i “progetti di miglioramento degli approvvigionamenti”, dalle riunioni ai rapporti di gestione e all’autocritica, ed ogni puntualizzazione è basata su documentazioni fruibili anche sul piano della quotidianità operativa. Può trarre concreti indirizzi lo studioso e chi, dirigente od operatore di ogni livello inserito in piccole, medie e grandi strutture, intenda verificare come sta operando e come, alla luce di positive, recenti esperienze non solo nazionali, può utilizzare tecniche e strategie decisamente ripaganti.

Per incominciare ,La classifica e la codifica ,La pianificazione e l’operare per obiettivi ,Il marketing d’acquisto e la gestione dei fornitori ,I costi striscianti ,La negoziazione e la scomposizione dei prezzi ,La gestione delle scorte e l’integrazione con Acquisti ,Le convenzioni d’acquisto ,Alcuni tipi di budget ,La gestione delle economie e il budget dinamico ,L’utilizzo di EDP ,L’interfunzionalità, il lavoro di gruppo e i “PMA” ,Le riunioni, i rapporti di gestione e l’autocritica ,Conclusione ,Appello nel “ridotto”.

scritto da | on | Nessun commento

Internet è una fonte inesauribile di informazioni, in modo particolare chi cerca informazioni di tipo economico per poter prendere decisioni con minore incertezza può trovare diversi siti che possono essere d’aiuto. Ecco alcuni di questi siti:

www.subfor.it portale nazionale delle imprese che offrono servizi di subfornitura.
www.ipi.it analisi settoriali e territoriali sulle imprese manifatturiere.
www.conai.org normativa sugli imballaggi.
www.istat.it statistiche economiche nazionali.
www.agenziadogane.it normativa e tariffe doganali.
www.abc-transportsweb.net banca dati delle imprese che si occupano di logistica e trasporti.
www.informare.it informazioni e notizie relative al trasporto via mare.
www.ice.it Informazioni e dati sul commercio internazionale.

La supply chain

ago
2010
26

scritto da | on | Nessun commento

In diversi post precedenti abbiamo visto cosa è il supply chain management, abbiamo visto come disegnare la supply chain, abbiamo visto diversi testi che analizzano e presentano questo argomento, abbiamo visto le modalità con cui una supply chain può diventare più reattiva, abbiamo esaminato il modello SCOR e come realizzare un controllo sulla supply chain. Le supply chain moderne diventano sempre più complesse ecco perché può esserci d’aiuto la teoria della complessità, inoltre una supply chain si muove in uno spazio geografico pertanto è di grande importanza l’analisi delle infrastrutture dell’ambiente geografico attraverso l’utilizzo di strumenti GIS. La gestione della supply chain implica inoltre una buona gestione delle scorte lungo tutta la catena, inoltre negli ultimi tempi ha acquisito grande importanza la gestione del flusso inverso che attraversa la supply chain.

scritto da | on | Nessun commento

L’anagrafica articoli come visto in un post precedente rappresenta una parte fondamentale del sistema gestionale, pertanto è opportuno prevedere non solo una procedura per la creazione e l’inserimento di nuovi codici ma anche una procedura per la sua manutenzione. La manutenzione dell’anagrafica articoli è importante in quanto permette al sistema di “ragionare” con dati che riflettono la realtà. Consideriamo ad esempio il dato relativo alla confezione di un codice che non sia stato aggiornato e consideriamo ad esempio la procedura che gestisce i trasferimenti tra i vari magazzini, tale procedura calcola la quantità in eccesso su un magazzino che può essere trasferita ad un altro e poiché non è conveniente disfare una confezione nel caso di codici dal costo estremamente ridotto ( ad esempio se nel magazzino A ci sono 5230 viti e nel magazzino C ne servono 2200 ed il codice ha una confezione da 4000 è opportuno trasferire 4000 piuttosto che contare e prelevarne 2200) pertanto il sistema suggerirà di trasferire la quantità arrotondata alla confezione. È evidente che se la confezione inserita in anagrafica non è quella reale possono crearsi dei problemi. Considerando il caso di prima se in anagrafica la confezione delle viti è 4000 ma in realtà la confezione è più alta o basse l’operatore di magazzino avrebbe difficoltà nell’effettuare il trasferimento.
Per quanto riguarda la procedura di manutenzione dell’anagrafica è possibile individuare due tipi di procedure:

  1. manutenzione di massa
  2. manutenzione per singolo articolo

La procedura di manutenzione di massa prevede l’individuazione degli articoli da mantenere ed il campo od i campi che devono essere modificati. La manutenzione di massa è una operazione non sempre prevista dai gestionali pertanto in questi casi è necessario procedere accedendo direttamente alla base dati per modificare i dati tramite SQL. In questo caso possiamo avere diverse situazioni:

  • è possibile individuare gli articoli da modificare tramite una regola (cambiare tutti gli articoli che appartengono alla categoria materie di consumo, cambiare tutti gli articoli con data di creazione inferiore al 01/01/2000 ecc)
  • non è possibile individuare gli articoli tramite una regola
  • è possibile individuare il valore del campo da modificare tramite una funzione (aumentare del 10%, sottrarre 25 ecc)
  • non è possibile calcolare il valore del campo (ad esempio il fornitore ci fornisce un elenco con i suoi nuovi codici)

Vediamo con degli esempi pratici come procedere nei casi visti in precedenza.
Primo esempio: aumentare del 10% tutti i lotti minimi degli articoli del fornitore n 1820

UPDATE ANAGRAFICA SET ANAGRAFICA.[LOTTO MINIMO] = [LOTTO MINIMO]*1.1
WHERE (((ANAGRAFICA.FORNITORE)=1820));

Secondo esempio: Modificare il codice articolo fornitore per gli articoli presenti nella tabella inviata dal fornitore

UPDATE [NUOVI CODICI] INNER JOIN ANAGRAFICA ON [NUOVI CODICI].[CODICE VECCHIO] = ANAGRAFICA.[PN FORNITORE] SET ANAGRAFICA.[PN FORNITORE] = [CODICE NUOVO];

Per quanto riguarda la manutenzione di massa possiamo distinguerle ulteriormente in manutenzione periodiche e manutenzioni occasionali. Nel primo caso si tratta di aggiornamenti periodici di alcuni dati che solitamente sono calcolati tramite una procedura ad esempio la scorta minima, il lotto economico, la confezione e così via, per ogni aggiornamento è necessario quindi prevedere una procedura gestionale che informatica che consenta l’aggiornamento automatico dei dati una volta validati dagli operatori (vedi articolo verifica lead time).
Per la manutenzione del singolo articolo è necessario che la procedura preveda la responsabilità di aggiornamento dei singoli campi, i tempi di aggiornamento, le regole per la modifica. Inoltre se il gestionale lo consente individuare i campi per i quali può essere opportuno mantenere un storico (nel caso il gestionale non lo consenta è possibile prevedere una procedura a livello di database che ogni giorno effettui la copia della tabella di anagrafica per i campi di cui si vuole mantenere lo storico).

scritto da | on | Nessun commento

Ecco un elenco di Add-On per Excel utili per chi si occupa di logistica:
Simulacion 4.0: Sviluppato in VBA rappresenta un facile strumento per la simulazione tramite il metodo Montecarlo. Il programma consente di effettuare fino a 65000 iterazioni, presenta 34 variabili casuali, consente di inserire 150 variabili di input e 20 di output, il tool si integra in Excel tramite la barra degli strumenti.
excel2kml-address.xls: Macro VBA che consente di trasformare un indirizzo in coordinare geografiche, estremamente utile per analisi spaziali. Il programma una volta inseriti gli indirizzi crea un file KML che deve essere aperto e salvato con Google Earth poi tramite un convertitore come PoiEdit trasformalo in un file Excel.
xl bit: Add On che consente di effettuare ottimizzazioni tramite algoritmi genetici, il tool consente di definire le variabili coinvolte, la funzione da ottimizzare, i metodi di incrocio, funzioni fitness multiple ed metodi di mutazione.
Excel forecasting tool: Questo add on consente di effettuare previsioni attraverso i sistemi più comuni come la media mobile, l’analisi delle serie storiche, la decomposizione delle serie e altri metodi. Il programma consente la visualizzazione grafica delle previsioni effettuate.
XLSTAT: è l’applicazione d’analisi dati e statistiche per Microsoft Excel più completa ed utilizzata. XLSTAT offre numerose funzionalità che rendono Excel uno strumento efficace e immediato per soddisfare le vostre esigenze riguardanti l’analisi dati e la costruzione di modelli.

L’inventario

ago
2010
20

scritto da | on | Nessun commento

In diversi post precedenti abbiamo visto come l’inventario rappresenti una attività importante in quanto consente di riconciliare le differenze tra i flussi fisici e quelli informativi e consente di evidenziare eventuali sbavature dei processi logistici da migliorare. È quindi opportuno dotarsi di una solida procedura inventariale e procedere successivamente ad una analisi dei dati inventariali, è inoltre utile in alcuni sistemi logistici prevedere degli inventari a rotazione. In tema di inventari sarà a breve disponibile un ebook che cercherà di sviscerare le problematiche e le buone pratiche relative a questa rilevante attività logistica.

Pagina 1 di 3123

News