scritto da | on | Nessun commento

Molto spesso in azienda c’è l’esigenza di valutare l’attivazione di un progetto ( la costruzione di un nuovo magazzino, l’utilizzo di un sistema di radio frequenza in magazzino, l’utilizzo di una nuova procedura o software) e senza dubbio è necessaria una valutazione economica del progetto, tale attività è imprescindibile per progetti di grandi dimensioni e richiede notevoli risorse chiaramente disponibili solo nelle grandi imprese multinazionali, ma anche un piccolo progetto di una piccola impresa (ad esempio l’introduzione del codice a barre in un magazzino in cui vengono gestiti un migliaio di referenze) può trarre vantaggio da questa analisi, in quanto non sono necessarie notevoli risorse. Per procedere a questa analisi può bastare l’utilizzo di Excel tramite una semplice funzione. Solitamente la valutazione economica di un progetto prevede diverse soluzioni delle quali si vuole valutare il ritorno economico negli anni, pertanto si procede a calcolare i flussi di cassa attesi nei diversi anni come differenza tra i flussi in entrata e quelli in uscita (i primi dovuti ai ricavi o alle riduzione dei costi derivanti dall’attuazione del progetto, i secondi dovuti alle spese necessarie all’attivazione del progetto). Una volta individuati i flussi per le diverse soluzioni alternative si procede al calcolo del Tasso interno di ritorno dell’investimento calcolabile facilmente tramite la funzione TIR.COST di Excel, a questo punto verrà scelta la soluzione con il tasso di rendimento maggiore.

Lascia un Commento

News