scritto da | on | Nessun commento

I punti problematici riguardanti la gestione logistica di una vetreria possono essere così definiti:

  • Trasporto
  • Stoccaggio
  • Produzione e movimentazione

Le problematiche derivano fondamentalmente dalle caratteristiche fisiche del vetro ossia un materiale fragile e voluminoso, sulla base di queste caratteristiche sono state studiate soluzione apposite per il trasporto, stoccaggio e movimentazione.
Per quanto riguarda lo stoccaggio il principale sistema è costituito dal classificatore ovvero un sistema di stoccaggio in grado di accogliere in posizione verticale un elevato numero di lastre o casse di varia natura contenendo in maniera considerevole gli ingombri finali del magazzino. Ogni classificatore è formato, nella sua versione standard, da uno o due carrelli fissi e da un certo numero di carrelli mobili che scorrono tra due rotaie metalliche “ribassate” f issate al pavimento e livellate con moderni strumenti al laser. ogni carrello è composto da una pedana su cui andranno ad appoggiarsi le basi delle lastre, da una spalliera inclinata, idoneamente dimensionata per soppo tare i carichi dinamici dovuti al movimento del carrello stesso a pieno carico, e da due gruppi di ruote temprate accoppiate con le rotaie. Il classificatore è dotato di un sistema di movimentazione dei carrelli, oleodinamico a doppio attuatore che garantisce un preciso controllo di spostamento. per mezzo di un radiocomando tascabile è possibile effettuare l’apertura del classificatore nella posizione desiderata dopo averla selezionata tramite un pedale, al fine di permettere il prelievo delle lastre contenute. a seconda delle esigenze, dalla versione semiautomatica si può passare a quella manuale o a quella totalmente automatizzata fino ad arrivare alle più moderne strutture combinate con navetta mobile di prelievo delle lastre.

Lascia un Commento

News