scritto da | on | Nessun commento

I trasportatori a rulli consistono in una serie di rulli montati su apposite strutture portanti. Essi sono impiegati per il trasferimento e l’accumulo di colli rigidi e dotati di un piano d’appoggio regolare, tale cioè da evitare impuntamenti con i rulli sottostanti; i materiali trasportati, inoltre devono avere lunghezza tale da appoggiare almeno su due rulli. All’occorrenza sui materiali movimentati con trasportatori a rulli si possono eseguire operazioni di vario genere, quali montaggi, lavorazioni,  imballaggi, pesature. Fra gli impieghi più corretti dei trasportatori a rulli possiamo considerare la movimentazione di staffe e forme in fonderia, lingotti e trafilati in acciaieria, contenitori, pallet, casse e colli in genere. I rulli sono inoltre utilizzati quali elementi di sostegno e scorrimento nei trasportatori a nastro. Talvolta quando i materiali da trasportare hanno forma cilindrica, i rulli sono disposti a V, in modo da costituire una vera e propria via di corsa guidata. I rulli dei trasportatori sono costituiti da tubi di acciaio montati su cuscinetti a sfera che a loro volta sono montati su un albero si sostegno fisso che attraversa il rullo ed appoggia sulla struttura portante. In tutti i casi i rulli devono essere scelti tenendo conto dei carichi da trasportare, nonché delle condizioni ambientali e di funzionamento alle quali si troveranno sottoposti. Altre caratteristiche da considerare nella scelta dei rulli sono la velocità di rotazione per i rulli motorizzati, la distanza tra i rulli (legato alla forma e dimensione dei colli) ed il tipo di fissaggio.

Lascia un Commento

News