scritto da | on | Nessun commento

Obiettivo della manutenzione è quello di mantenere efficienti le strutture, con determinati livelli presetazionali, per un tempo determinato ed in condizioni di sicurezza. Per quanto riguarda il magazzino possiamo suddividere le strutture da sottoporre a manutenzione in quattro categorie:

  1. Edifici (pavimenti, pilastri, pareti, ingressi )
  2. Impianti (illuminazione, riscaldamento, raffreddamento, sorveglianza, radiofrequenza)
  3. Sistemi di stoccaggio
  4. Sistemi di movimentazione

Possiamo suddividere le attività di manutenzione in tre categorie:
Ispezione: serve per accertare le condizioni di una certa componente meccanica e si effettua, di norma ad intervalli regolari di tempo o dopo determinate ore di funzionamento. Le componenti da ispezionare vengono determinate in base alle raccomandazioni dei produttori o in seguito alle esperienze operative.
Manutenzione periodica: Si tratta di una serie di attività specifiche, svolte periodicamente allo scopo di prolungare la durata dell’attrezzatura, come ad esempio il cambio dell’olio, la lubrificazione o la sostituzione di parti dopo un certo numero di ore di funzionamento.
Interventi programmati: Le ispezioni ed i normali rapporti operativi possono rilevare la necessità di effettuare alcune riparazioni che se non eseguite, possono portare alla rottura dell’attrezzatura.
È necessario quindi avere un approccio pianificato alla manutenzione basata quindi su un piano che elenchi le varie ispezioni, le manutenzioni periodiche e programmate ed uno schema di controllo affinché il piano sia rispettato. Possiamo realizzare tutto questo attraverso un semplice piano realizzato con poche tabelle di Access. In una prima tabella indicheremo l’elenco delle strutture di magazzino con le loro caratteristiche, in una seconda tabella invece elencheremo tutte le manutenzioni indicando per ognuna la struttura, la tipologia (ispezione, manutenzione programmata o periodica), la data prevista e quella effettiva, soggetti preposti all’attività di manutenzione, e l’esito. In altra tabella elencheremo i guasti relativi alle strutture e gli interventi effettuati, indicando la struttura, la natura del guasto, la data, le riparazioni effettuate, la durata dell’intervento effettuato. La gestione del piano di manutenzione sarà affidata al responsabile del magazzino nel caso di piccole imprese, nel caso invece di medie imprese che posseggono più magazzini ed hanno diversi impianti industriali, il piano di manutenzione sarà a cura della qualità.

Lascia un Commento

News