scritto da | on | Nessun commento

Il carico e lo scarico delle merci rappresenta il momento in cui il materiale abbandona od entra nel sistema magazzino, e questo punto di contatto con l’esterno è costituito dalle rampe o baie di carico e scarico. Una programmazione dell’utilizzo delle baie e quindi dell’attività di carico e scarico consente una riduzione dei costi all’interno della catena logistica. Una programmazione si rivela utile anche nel caso di piccole unità logistiche composte da un solo magazzino con due baie, in questo caso la programmazione si limita ad accordare una finestra temporale in cui effettuare le operazioni di carico e scarico evitando che le operazioni si concentrino in un unico periodo temporale creando code di attesa e sovraccarico di lavoro per il personale di magazzino. Nei casi più complessi, ad esempio dieci magazzini con ognuno cinque baie, si rivela di grande aiuto l’utilizzo di strumenti software che permettono di gestire al meglio le capacità di carico e scarico delle baie, rendendo più semplici i processi sia da parte dei committenti che dei trasportatori. In queste situazioni capita spesso che nella fase di carico si avverta la mancanza di dati completi: non si sa su quali veicoli caricare, con quali commesse e con quali orari, inoltre le ore di punta del carico portano allo sfruttamento non ottimale delle risorse esistenti, costringendo ad un lavoro eccessivo gli addetti al carico, gli autisti, la sorveglianza, l’ufficio spedizioni. Operativamente la programmazione dei carichi e degli scarichi possiamo gestirlo tramite un file Access in una tabella indicheremo i punti di carico specificando il magazzino e la baia,  nella tabella Prenotazioni indicheremo per ogni prenotazione il trasportatore, il punto di carico, la data e l’orario di carico e le commesse da caricare, in questo modo l’operatore logistico che si occupa delle spedizioni quando deve prenotare una presa per un corriere o deve preparare una spedizione avrà sotto controllo le disponibilità dei punti di carico. Se si dispone di un sistema WMS con radiofrequenza è possibile farlo interagire con il file creato in precedenza per monitorare l’effettivo utilizzo delle baie, quando ha inizio il carico l’operatore dovrà “sparare” con terminalino RF sulla etichetta della baia per indicare che da quel momento la baia è occupata per operazioni di carico, al termine delle operazioni si procederà allo stesso modo, in questo modo possiamo conoscere in tempo reale la situazione di occupazione delle baie del sistema logistico.

Lascia un Commento

News