scritto da | on | Nessun commento

Il pallet è l’imballo terziario più comune e che gira con maggior frequenza all’interno della supply chain, ma come deve essere gestito e quali sono i sui costi?
Per quanto riguarda la gestione dei pallet possiamo individuare NN fasi che coinvolgono il pallet nella logistica aziendale:

  1. Ricevimento merci in arrivo, controllo dei pallet e interscambio
  2. Scorta operativa di pallet per il picking
  3. Preparazione degli ordini
  4. Riposizionamento del pallet vuoti
  5. Ricevimento, controllo e separazione dei pallet di rientro

Nella prima fase dopo lo scarico della merce in arrivo vengono ispezionati i pallet ricevuti, a sistema vengono registrati i pallet entrati, suddivisi per tipologia e stato, si procede quindi all’interscambio con la restituzione dei pallet ricevuti.
Nella seconda fase in corrispondenza delle aree di ricevimento merci viene posizionata una scorta di pallet impiegata per l’interscambio sia per l’attività di preparazione ordini, è necessario quindi monitorare questa scorta e rifornirla.
Nella fase di preparazione ordini vengono verificate la qualità dei pallet e la corrispondenza tra il numero di pallet caricati e quello indicato dal documento di viaggio, inoltre vengono elencate le tipologie di pallet utilizzati.
Nella quarta fase dopo aver prelevato tutti i colli da una postazione di picking viene rimosso il pallet a terra che viene portato in prossimità della scorta o nell’area imballi. In fase di carico dei mezzi è generalmente compito del trasportatore verificare la qualità dei pallet e la corrispondenza tra il numero di pallet caricati e quelli indicati sul DDT.
Nell’ultima fase i pallet restituiti rientrano nel magazzino dove vengono controllati e riposizionati nell’area imballi. Accanto a queste attività operative la gestione dei pallet richiede una attività amministrativa che consiste nella registrazione dei crediti verso i destinatari espressi come pallet o come buoni pallet e viceversa dei debiti verso i fornitori, inoltre è necessaria una attività di rendicontazione periodica verso i fornitori ed i clienti. Per quanto riguarda i costi possiamo considerare oltre al costo d’acquisto, il costo di gestione operativa ed amministrativa, il costo di riparazione e quello di smaltimento.

Lascia un Commento

News