scritto da | on | Nessun commento

La Giunta della Regione Friuli Venezia Giulia ha approvato alcune delibere per il sostegno al trasporto intermodale ed alla logistica. Nel primo caso, la Regione FVG stanzia 1.200.804 euro per le imprese che intendono organizzare servizi di combinato strada-rotaia con origine e destinazione presso uno scalo ferroviario o centro intermodale situato in Friuli Venezia Giulia.

Autostrada viaggiante – Inter-Rail ha ricevuto 194.304 euro per la promozione e gestione servizio autostrada viaggiante tra Ludwigshafen ed il Polo logistico di Trieste Campo Marzio Rive, mentre Alpe Adria ha ottenuto 1.006.500 euro per l’organizzazione e la gestione operativa del servizio autostrada viaggiante sulla tratta Trieste-Salisburgo-Trieste.

Intermodalità – Una seconda delibera approva il piano di riparto dei contributi per interventi per lo sviluppo del trasporto combinato, a favore dei soggetti privati che operano nel settore dei trasporti, dei traffici e della movimentazione delle merci, con esclusione del conto proprio, aventi almeno una sede effettivamente operante in Friuli Venezia Giulia. In questo caso, i beneficiari sono Francesco Parisi, che riceve 300mila euro, e Codognotto, che ottiene 100mila euro. Tali contributi sostengono investimenti di 5.750.000 di euro.

Mare e rotaia – Una terza delibera prevede la concessione di aiuti alle imprese logistiche che intendono organizzare servizi di trasporto marittimo e ferroviario, sulle relazioni nazionali e internazionali che interagiscono sul territorio regionale e che interessano i poli logistici interni, portuali e di confine. Il testo approva contributi per un totale di 400 mila euro, così distribuiti: 236.940 euro alla Mar-Ter per l’organizzazione servizio ferroviario per il trasporto di cellulosa con partenza Monfalcone e destinazione Novara-Rovereto-Verona-Falconara-Lubiana (Slovenia); 63.060 euro ad Alpe Adria per l’organizzazione e la gestione del servizio ferroviario nelle tratte Trieste-Villaco, Trieste-Monaco, Trieste-Budapest.

Rotte adriatiche – La Regione Friuli Venezia Giulia ha anche stanziato contributi alle imprese logistiche che vogliono organizzare servizi di trasporto ferroviario intermodale e nuovi servizi di trasporto marittimo. Questi ultimi devono avvenire sulle rotte da e per i tre porti del Friuli Venezia Giulia, verso le altre destinazioni portuali del bacino Adriatico e Ionio, sia nazionali che comunitarie e internazionali, limitatamente alle direttrici marittime per le quali sia possibile anche il trasporto stradale. In questo caso, la somma stanziata è di 500mila euro, che va alla Tradax di San Giorgio di Nogaro per il servizio marittimo di trasporto di bramme fra il Porto di Trieste e Porto Nogaro (250 mila euro) e la Midolini di Udine per il servizio marittimo di trasporto di bramme tra il Porto di Monfalcone e Porto Nogaro 250 mila euro

Lascia un Commento

News