scritto da | on , , | Nessun commento

La movimentazione che si avvale di sistemi wireless impiega le normali attrezzature meccanizzate per la movimentazione dei materiali, coordinate per via informatica al fine di fornire agli operatori istruzioni e controllo in tempo reale. In questa scelta di automazione hanno grande rilevanza i terminali in radiofrequenza in quanto rappresentano il punto di contattato tra il magazzino fisico ed il magazzino informatico.

Una gestione in tempo reale richiede che il terminale sia sempre in linea con il sistema informativo “On Line” e la RadioFrequenza e’ il sistema ideale per chi nel magazzino e nel controllo produzione deve conservare mobilità e velocità; tali dispositivi possono essere dei lettori o dei terminali in radiofrequenza.

L’acquisizione del dato avviene mediante la lettura di un Codice a Barre, mediante digitazione su tastiera o input su touch screen. I Lettori a Radiofrequenza fondamentalmente sono dei dispositivi di input, i Terminali a Radiofrequenza sono a diretto contatto con l’applicativo e quindi hanno la situazione reale del magazzino in ogni istante.

Come detto la distinzione dei prodotti e’ in due categorie : Lettori e Terminali. I terminali a radiofrequenza a loro volta si possono limitare a fare solo da terminale o emulazione terminale, ma possono fare anche da PC in radiofrequenza.

Per operare a radiofrequenza si utilizzano le WLANs o Wireless Local Area Network sono delle reti locali non cablate (senza cavi), ovvero più computer o dispositivi connessi tra loro tramite onde radio.

Questo libera l’utente dal vincolo di una postazione di lavoro fissa e rende possibile una moltitudine di applicazioni, impossibili in una LAN cablata.

La scelta fondamentale riguarda se utilizzare un lettore, non dotato di  sistema operativo che raccoglie ed invia i dati al sistema principale oppure un terminale dotato di sistema operativo sul quale può girare una versione soft del sistema di gestione del magazzino. È importante ricordare che la scelta va fatta precedere da una analisi dei flussi di magazzino in modo da individuare le risorse che meglio si adattano alle esigenze aziendali.

Lascia un Commento

News