scritto da | on , , | Nessun commento

Lo scopo dei sistemi di SRM è quello di procurare le informazioni necessarie ad individuare le strategie relazionali più idonee nei confronti dei fornitori di materiali sia diretti che indiretti, in modo da diminuire i costi d’acquisto e di fare emergere benefici economici e competitivi dalla maggiore conoscenza dei propri fornitori.

L’idea di base di questi strumenti è similare a quella degli strumenti CRM, ovvero la possibilità di progettare azioni coerenti rispetto al profilo, alle prestazioni e al legame fiduciario con le aziende fornitrici. Un sistema SRM consente rispondere a domande come quali prodotti sono acquistati dal fornitore X? Quanto il fornitore X riesce a soddisfare le esigenze dell’azienda? Quale è il tasso di rischio associato al fornitore? Come variano le dinamiche di acquisto dell’azienda nel tempo?

Per dare risposta a queste domande i sistemi SRM si basano sull’analisi dei dati d’acquisto e di quelli provenienti da fonte esterne con lo scopo di classificare ed assegnare punteggi ai fornitori sulla base di dimensioni quali la frequenza e l’entità degli acquisti, le dinamiche di variazione dei prezzi applicati, la frequenza degli ordini evasi nel rispetto dei tempo concordati. La possibilità di realizzare report di analisi lungo tali dimensioni consente di fornire all’imprenditore informazioni utili ad identificare i fornitori più performanti  con l’opportunità di stabili accori commerciali sulle prestazioni fornite, oppure di individuare eventuali aree di consolidamento degli acquisti presso un unico fornitore.

La tua azienda sa quali sono i suoi migliori fornitori ? e i suoi peggiori?

Lascia un Commento

News