scritto da | on , , | Nessun commento

In questo articolo vediamo una semplice procedura per gestire l’approvvigionamento delle scorte per punto vendita al dettaglio. Il requisito di base per applicare questa procedura è l’esistenza un sistema informativo anche elementare che permetta di registrare le QT in entrata tramite il DDT del fornitore e le QT in uscita tramite le vendite alla cassa. Ci sono tantissimi programma gratuiti che svolgono egregiamente questa funzione e non richiedono grosse competenze per essere installati ed utilizzati.

La procedura si basa sull’utilizzo del punto di riordino e del lotto economico ovvero periodicamente viene confrontato la giacenza della merce con il punto di riordino e se la quantità è inferiore viene emesso un ordine per la merce.

La procedura prevede i seguenti punti:

  1. Calcolo del lotto economico
  2. Calcolo della scorta di sicurezza
  3. Calcolo del punto di riordino
  4. Confronto giacenza con il punto di riordino
  5. Emissione ordine

Il calcolo dei parametri per la gestione del riordino (lotto economico, scorta sicurezza, punto riordino) vanno effettuati ogni 2/3 mesi, la maggiore o minore frequenza dipende da quanti nuovi articoli vengono inseriti nel vostro catalogo e da quanto è instabile la domanda. Il confronto e l’emissione vanno effettuati una volta a settimana.

Alcuni gestionali mettono a disposizione la possibilità di indicare in anagrafica il lotto economico, la scorta di sicurezza, ed il punto di riordino e permettono di filtrare gli articoli che hanno giacenza inferiore al punto di riordino per poter effettuare l’ordine. Nel caso non fosse disponibile questa funzione possiamo esportare i dati in Excel e procedere filtrare gli articoli che ci interessano. Nella tabella di Excel dovranno essere presenti queste informazioni: CODICE ARTICOLO, QT GIACENZA, QT PUNTO DI RIORDINO, QT LOTTO DI ACQUISTO, FORNITORE, a questo punto inseriamo una colonna con la differenza tra QT PUNTO DI RIORDINO e QT GIACENZA e filtriamo gli articoli che hanno differenza negativo, ordiniamoli per fornitore e abbiamo i nostri ordini da inviare.

Lascia un Commento

News