Archivio per luglio 2013 | Pagina di archivio mensile

Hic sunt leones

lug
2013
30

scritto da | on | Nessun commento

Una volta sulle mappe geografiche era presente la scritta “Hic sunt leones “, qui ci sono i leoni, per indicare una zona non conosciuta o poco esplorata, e quindi serviva da monito a prestare attenzione per le persone che intendevano avventurarsi in quelle zone. || Continua a leggere

scritto da | on , , | Nessun commento

Come abbiamo visto in differenti post esistono diversi indicatori per misurare le performance logistiche, ma per una maggiore chiarezza e comprensibilità è possibile raggrupparli in macro indicatori. Possiamo considerare le attività logistiche come la pianificazione e la gestione di soste e trasferimenti di materiali tra i nodi della rete logistica con lo scopo di creare valore per il cliente e con il vincolo delle risorse disponibili.  Ad esempio trasferire la merce dal magazzino centrale al punto vendita è un trasferimento che crea valore per il cliente in quanto può acquistare comodamente il prodotto desiderato nel negozio sotto casa, allo stesso modo far sostare la merce nel punto vendita crea valore per il cliente in quanto quando vuole acquistare il prodotto non deve attendere perché il prodotto è già disponibile, viceversa se il cliente è disposto ad aspettare alcuni giorni per ricevere il prodotto allora quella sosta non genera valore. Trasferire e far sostare la merce in un nodo della rete consuma delle risorse (camion, ore uomo magazzinieri, spazio fisico e così via) che generano dei costi. || Continua a leggere

scritto da | on , , | Nessun commento

La puntualità di consegna è un KPI molto importante in quanto rappresenta uno degli elementi fondamentali del livello di servizio offerto al cliente. Calcolare la puntualità non è così agevole come sembra infatti esistono diverse insidie nel suo calcolo. Per prima cosa consideriamo l’indice di puntualità di consegna verso il cliente come il totale delle righe d’ordine consegnate puntuali sul totale delle righe consegnate in un intervallo di tempo. Per prima cosa devo definire quando una riga è considerata consegnata puntuale, per fare questo devo calcolare la differenza tra la data di spedizioni e la data di consegna prevista se la differenza è negativa o uguale a zero considero la riga puntuale, se è maggiore di zero devo considerare eventuali giorni di tolleranza ovvero in alcuni settori potrebbe essere tollerato che la consegna venga sforata di ½ giorni pertanto fino a due giorni posso considerare la consegna puntuale differentemente se non c’è tolleranza differenza positiva genera una consegna non puntuale. || Continua a leggere

prestashopmanager

lug
2013
20

scritto da | on , | Nessun commento

Chi gestisce un negozio online ha la necessità di affiancare al sistema CMS per la vendita online un programma in grado di gestire il magazzino l’evasione degli ordini e tutta l’attività di back-end della vendita online, attività non sempre svolta egregiamente dai sistemi CMS. Per Prestashop uno dei più diffusi CMS per il commercio online esiste un gestionale chiamato prestashopmanager in grado di gestire le scorte, le categorie di prodotti, le modifiche di massa ai prodotti, la gestione del ciclo attivo, l’importazione ed esportazione di dati, la gestione di più negozi online creati con Prestashop, tutto attraverso un unico programma. Il software permette di gestire gli ordini ai fornitori, di creare report per il controllo di gestione, di gestire le spedizioni ed il personale. Il programma consente la gestione di modifiche di massa ai clienti, ai gruppi di clienti alle politiche di spedizione e di sconto, inoltre prevede il supporto multilingua compreso l’italiano.

Cloud supply chain

lug
2013
18

scritto da | on , , | Nessun commento

Il cloud computing sta cambiando il modo in cui le imprese distribuiscono ed utilizzano i servizi basati sull’ICT. Questo nuovo paradigma presenta molti vantaggi in confronto ai tradizionali data centers, come l’utilizzo di un modello pay-per-use, una rapida capacità di approvvigionamento ed una elevata scalabilità. Tale paradigma può essere proficuamente applicato anche alla gestione della rete logistica. In questo caso non si tratta di trasferire informazioni nella rete ma di far circolare merci tra i vari nodi. Seguendo il paragone con il cloud, il primo strato è rappresentato dalle infrastrutture, che nel caso della supply chain sono rappresentate da autostrade, porti, ferrovie, magazzini e interporti. Il secondo strato è rappresentato dalla piattaforma, ovvero dalle imprese logistiche che si occupano di realizzare lo stoccaggio o il trasferimento delle merci utilizzando le infrastrutture, infine c’è lo strato dei servizi rappresentato dalle imprese che coordinano il trasferimento e la sosta delle merci. || Continua a leggere

Gestionale cloud

lug
2013
16

scritto da | on , | Nessun commento

Si fa un gran parlare di “Cloud Computing” di questi tempi, ma cosa vuol dire di preciso?

Come con tutti i nuovi termini, e ancor di più per quelli tecnici e informatici, è avvolto da una fitta nebbia, o meglio, da una “nuvola”, che ne rende difficile la comprensione. Spesso viene colto solo un aspetto oppure viene del tutto equivocato il suo significato. E’ inevitabile: si tratta di una tecnologia molto recente e si tratta di una tecnologia apparentemente, impalpabile, non è un nuovo modello di telefonino o di computer, non si tocca e non si vede. || Continua a leggere

Pagina 1 di 212

News