Cloud supply chain

lug
2013
18

scritto da | on , , | Nessun commento

Il cloud computing sta cambiando il modo in cui le imprese distribuiscono ed utilizzano i servizi basati sull’ICT. Questo nuovo paradigma presenta molti vantaggi in confronto ai tradizionali data centers, come l’utilizzo di un modello pay-per-use, una rapida capacità di approvvigionamento ed una elevata scalabilità. Tale paradigma può essere proficuamente applicato anche alla gestione della rete logistica. In questo caso non si tratta di trasferire informazioni nella rete ma di far circolare merci tra i vari nodi. Seguendo il paragone con il cloud, il primo strato è rappresentato dalle infrastrutture, che nel caso della supply chain sono rappresentate da autostrade, porti, ferrovie, magazzini e interporti. Il secondo strato è rappresentato dalla piattaforma, ovvero dalle imprese logistiche che si occupano di realizzare lo stoccaggio o il trasferimento delle merci utilizzando le infrastrutture, infine c’è lo strato dei servizi rappresentato dalle imprese che coordinano il trasferimento e la sosta delle merci.

Chi utilizza il cloud ha oggi due possibilità, la prima è quella di indicare di che risorse ha bisogno (CPU, memoria, banda e cosi via) e costruirsi la sua rete e pagare solo per le risorse che utilizza, oppure può realizzare la sua applicazione e lasciare al cloud l’onere di dimensionare le risorse adeguate.

Ora immaginiamo che questo sia possibile anche per la supply chain, potrei configurare la mia rete (spazio magazzini, spedizioni  e così via) oppure gestire il mio business e lasciare che il provider si preoccupi di dimensionare adeguatamente le risorse pagando in entrambi i casi per quello che utilizzo. Ad esempio se ho una attività di commercio online posso partire in piccolo (pochi articoli, poco spazio in magazzino, poche transazioni e spedizioni) e poi scalare verso soluzioni più grandi se il mio business cresce ed acquisisco nuove fette di mercato.

Al momento una cloud supply chain come descritta non esiste ma diversi provider logistici ci vanno vicino è stanno lavorando in questa direzione, in futuro grazie anche alle tecnologie come RFID potremo gestire la nostra supply chain con pochi clic di mouse.

Lascia un Commento

News