scritto da | on , | Nessun commento

Un sito e-commerce consente di aggregare moltissimi prodotti sfruttando così i vantaggi di un modello a coda lunga anche per prodotti fisici. La presenza di una grande varietà di prodotti consente di soddisfare molte nicchie di consumatori, ma quello che è oro per una nicchia è spazzatura per una altra nicchia, ecco perché si rende necessario proporre poche alternative al consumatore in modo da facilitargli l’operazione di scelta. In un negozio fisico tale compito è affidato al commesso che ponendo alcune domande al cliente e grazie alla sua esperienza riesce a selezionare tra le diverse opzioni i pochi articoli da mostrare al cliente.

Online non ci sono commessi pertanto è necessario sopperire tramite una serie di filtri in modo tale da permettere al cliente di poter individuare il prodotto più adatto alle proprie esigenze, in modo tale che in pochi passi si ritrovi dalla possibilità di scegliere tra trenta marmellate a quella di sceglierne tra quattro o cinque.

Esistono diverse tipologie di filtri utilizzabili all’interno di un e-commerce, come ad esempio le classifiche o i commenti/voti degli altri utenti, la proposta di prodotti correlati fino ad arrivare a filtri che variano per categorie (ad esempio per la categoria di cellulari avrò filtri come memoria, tipo batteria, sistema operativo e così via, mentre per la categoria tv avrò filtri come dimensione schermo, tecnologie, collegamento internet).

Molti dei sistemi e-commerce, anche open source, permetto attraverso i vari plug-in di gestire queste diverse tipologie di filtri, rendendo l’esperienza di ricerca del prodotto adatto alle proprie esigenze semplice e veloce.

Lascia un Commento

News