Archivio per febbraio 2014 | Pagina di archivio mensile

Capitolato tecnico

feb
2014
28

scritto da | on , | Nessun commento

Fornire un servizio di logistica in outsourcing significa definire un capitolato tecnico sulla cui base organizzare il servizio. Vediamo alcuni suggerimenti per redigere il capitolato tecnico.

Il primo passo da affrontare per stendere un contratto di servizio e progettarne la fornitura è certamente definire cosa fornire. In parole semplici occorre definire in anticipo, con la massima precisione possibile, l’oggetto del contratto, cioè il servizio da fornire; questo perché, a differenza delle vendite di oggetti tangibili, che possono essere valutati prima della vendita, nel caso del contratto logistico il bene venduto è un servizio, quindi intangibile. || Continua a leggere

scritto da | on , | Nessun commento

Il corretto imballaggio della merce è un elemento fondamentale per il suo trasferimento in quanto consente di evitarne danneggiamenti, vediamo alcuni semplici consigli in base alla tipologia di materiale da spedire || Continua a leggere

scritto da | on , | Nessun commento

Il magazzino è un sistema complesso fatto di ubicazioni, prodotti, sistemi di stoccaggio, sistemi di movimentazione, pertanto per magazzini molto grandi può nascere la necessità di simulare la “vita” di un magazzino. Per questo scopo recentemente sono nati alcuni software per la specifica simulazione del magazzino. Questi programmi consentono di creare il sistema di stoccaggio del magazzino (Scaffalature o altri sistemi), anche in una vista 3D e definire le varie ubicazioni. È poi possibile definire i sistemi di movimentazione (muletti, traslo, traspallet o altro) e le unità di carico da stoccare (pallet, cartoni, fusti e così via). Una volta definiti gli elementi del magazzino è possibile simulare la dinamica di magazzino, ovvero ingresso, stoccaggio, picking e uscita degli articoli, simulando scenari differenti e valutare quindi se il magazzino è correttamente dimensionato, se i sistemi di movimentazione sono correttamente dimensionati, se le logiche di prelievo e stoccaggio sono adeguato e così via.

Ecco alcuni esempi di questi software:

scritto da | on , | Nessun commento

Questo gestionale non funziona, era meglio come facevamo prima. Spesso mi capita di sentire questa frase, ed il primo dubbio che mi viene è che in quella azienda non sia stata fatta una adeguata formazione sull’uso del gestionale.

Purtroppo molto spesso all’interno di un progetto di implementazione di un sistema gestionale la parte relativa alla formazione è spesso ridotta al lumicino in quanto la licenza, le personalizzazioni e la consulenza si sono mangiati quasi la totalità del budget per il progetto. || Continua a leggere

scritto da | on , | Nessun commento

Cambiare gestionale costa, richiede tempo e impegno da parte di tutta l’impresa, pertanto molte volte si preferisce rimanere con il vecchio gestionale anche se è evidente che è diventato inadeguato rispetto alle esigenze aziendali.

Cambiare comporta dei rischi come dice il vecchio proverbio per cui chi lascia la via vecchia per quella nuova sa quello che lascia ma non quello che trova, ma a volte rimanere nella situazione attuale comporta più danni di quelli che potrebbero essere i rischi del cambiamento. || Continua a leggere

scritto da | on , , | Nessun commento

Un articolo può essere gestito in diversi modi per quanto riguarda la tracciabilità dei pezzi movimentati a seconda delle esigenze come la criticità dell’articolo nel processo produttivo, la necessità di rintracciarlo presso il cliente in caso di anomalie o il suo costo. Possiamo gestire la tracciabilità degli articoli in queste modalità

Pagina 1 di 212

News