scritto da | on , | Nessun commento

 

Nelle imprese di produzione che lavorano su commessa capita spesso che il prodotto finale debba essere spostato tra vari reparti di produzione per essere completato (ad esempio taglio, montaggio, bilanciamento, verniciatura, collaudo e così via) e spesso tra una fase e l’altra sono previsti dei controlli intermedi soprattutto per particolari critici. Inoltre nel caso di articoli ingombranti la movimentazione di questi pezzi può richiedere diverse risorse, è pertanto necessario organizzare in maniera efficiente la movimentazione interna.

Per organizzare la movimentazione interna possiamo procedere in questo modo:

  • Mappatura dei flussi
  • Ottimizzazione flussi
  • Definizione procedura gestione movimentazione

Mappatura dei flussi: In questa fase andiamo a monitorare il flusso degli articoli tra i vari reparti, individuando i punti di carico e di scarico all’interno dei vari reparti e registrando le movimentazioni attraverso una semplice tabella Excel.

CODICE, STAZIONE DI CARICO, DATA DI CARICO, ORA DI CARICO, STAZIONE DI SCARICO, DATA DI SCARICO, ORA DI SCARICO.

In questo modo possiamo valutare il numero di movimentazioni tra le stazioni ed il tempo di attraversamento per gli spostamenti. È opportuno riportare queste informazioni in maniera grafica sul layout dei reparti di produzione in modo da costruire un flow chart.

Ottimizzazione flussi: Una volta mappati i flussi è possibile effettuare una ottimizzazione delle stazioni di carico e scarico in modo da ridurre i percorsi del materiale tra i reparti, purtroppo non sempre è possibile modificare il layout pertanto si procederà ad una ottimizzazione per quello che è possibile fare, si procederà ad una ulteriore ottimizzazione con la pianificazione degli spostamenti.

Definizione procedura gestione movimentazione: Una volta mappate le stazioni di carico e scarico è necessario creare un sistema per gestire le richieste di trasferimento tra i reparti, tale sistema potrà essere cartaceo o tramite il gestionale di magazzino creando degli ordini di trasferimento per i codici da spostare. La creazione degli ordini di trasferimento potrà essere in parte automatizzata per i codici che seguono una lavorazione standard, diversamente l’ordine di trasferimento dovrà essere creato manualmente. Una volta raccolte le richieste di trasferimento tramite gli ordini di trasferimento è possibile pianificare i giri di movimentazione tra i reparti e predisporre il numero di movimentatori adeguato.

Lascia un Commento

News