Cross docking

apr
2014
30

scritto da | on , | Nessun commento

Nel cross docking l’entrata delle merci e le spedizioni sono coordinati in modo tale che le merci in arrivo vengono trasferite direttamente al reparto di trasporto senza essere stoccate. Pertanto, esse non sono inserite nel sistema di magazzino che diventa un sistema trasbordo puro con lo scopo di:

  • Ridurre le scorte in alcuni punti lungo la catena di approvvigionamento
  • Aumentare l’efficienza evitando fasi di processo
  • Ridurre i tempi di lavorazione degli articoli nel sistema
  • Migliorare i servizi per le consegne più frequenti
  • Gestire gli articoli TOP efficacemente secondo le destinazioni.

Questo metodo dovrebbe ridurre non solo le scorte nel sistema di distribuzione ma anche nel punto vendita. Ciò richiede frequenti consegne migliorando i servizi. Ci sono due principali metodi di cross-docking :

  • Cross docking con rottura di bancali
  • Cross docking con flusso continuo

Cross docking con rottura di bancali: Le unità in entrata contengono un solo codice e gli operatori suddividono i vari codici a seconda degli ordini assemblando i pallet multi codice da inviare al punto vendita. Tale modalità è chiamata anche cross docking a due livelli.

Cross docking con flusso continuo: qui, il fornitore di preordina le unità in entrata secondo gli ordini in modo tale che le singole unità non debbano essere suddivise e distribuite, ma devono solo essere consolidate, cioè in combinazione con altre unità. Questo principio è anche chiamato cross docking ad un livello.

Lascia un Commento

News