Moneta elettronica

Giu
2014
17

scritto da | on , | Nessun commento

A partire dal primo gennaio 2014 commercianti e professionisti sono obbligati ad accettare pagamenti con bancomat e carta di credito, a prescindere dal prezzo del bene, del servizio o della prestazione. L’obbligo è previsto dal decreto legge 179 del 18 ottobre 2012 (Sviluppo bis), anche se non sono stati ancora emanati i relativi decreti attuativi. La novità interessa principalmente i piccoli commercianti, molti dei quali sprovvisti di pos proprio alla luce dell’entità irrisoria dei singoli pagamenti che ricevono. Un possibile soluzione a basso costo ci viene da Big G.

Google Wallet è il nuovo servizio di Google per semplificare i pagamenti, utilizzando uno smartphone al posto delle carte di credito. Google Wallet è un’applicazione che, come suggerisce il nome, trasforma il tuo telefono cellulare in un portafoglio senza costi aggiuntivi. Il sistema conserva una versione completamente elettronica, e immateriale, delle tue carte di credito e dei coupon per ottenere sconti o fare acquisti con particolari promozioni commerciali.

Se il negozio in cui stai effettuando gli acquisti ha aderito al programma per i pagamenti con smartphone, ti basta avvicinare il tuo cellulare a un particolare sensore che invia un segnale al tuo telefono, esegue alcune verifiche di sicurezza e infine autorizza il pagamento. Per incentivare l’utilizzo di questo sistema, Google sta pensando a una serie di promozioni e offerte per i clienti che pagheranno con Google Wallet.

Il sistema sfrutta la tecnologia Near Field Communication (NFC), un sistema senza fili che consente la trasmissione dei dati tra due dispositivi a pochi centimetri di distanza, in genere una decina di centimetri al massimo. Gli smartphone che sono compatibili con NFC possono quindi inviare e ricevere informazioni dai sensori alle casse dei negozi, nel caso di Google Wallet, ma anche da sensori inseriti nei cartelloni pubblicitari o nelle confezioni dei prodotti che possono così inviare informazioni e promozioni sugli smartphone.

Lascia un Commento

News