scritto da | on , , | Nessun commento

Nella gestione della produzione, acquisto e movimentazione sorge la necessità di gestire più unità di misura per un articolo, in modo particolare può esservi la necessità di gestire diversi coefficienti di conversione. L’utilizzo dei coefficienti si rende particolarmente utile quando si vuole ottenere il calcolo della quantità in base a più fattori.

Ad esempio gestendo l’unità di misura metri cubi è possibile, anziché inserire direttamente tale valore, utilizzare sino a 4 dimensioni differenti: lunghezza x larghezza x altezza x Numero pezzi. Per fare questo si deve, inserire il nome del valore desiderato (lunghezza o larghezza o quello che è necessario). Il sistema consente di utilizzare tutte le quantità per le quali abbiamo inserito una descrizione, si deve inoltre  inserire un ulteriore fattore di moltiplicazione (normalmente 1). L’inserimento di questi dati si rende molto più agevole utilizzando la vista di riga tramite il bottone. In seguito a queste impostazioni, per ogni articolo gestito a MC (Metri cubi) è possibile inserire direttamente il valore in metri cubi od i singoli valori di lunghezza, larghezza, altezza e numero pezzi per far si che il sistema provveda a calcolare direttamente il valore finale.

Nel caso in cui vi sia un rapporto fisso tra due unità di misura, indipendentemente dall’articolo sul quale queste vengono utilizzate, è possibile codificare tale rapporto nel sistema, affinché il programma in ogni documento sia in grado di gestire automaticamente un eventuale cambio di unità di misura, effettuando le opportune conversioni sia per le quantità che per i valori unitari.

Si pensi ad esempio al rapporto tra chilogrammi e grammi: tale valore rimane ovviamente costante indipendentemente dall’articolo al quale viene applicato. Nel sistema bisogna inserire all’interno dell’unità di misura chilogrammi una o più unità di misura derivate.

Pensando invece ad esempio al rapporto tra pezzi e scatole appare subito evidente che tale valore possa variare in base all’articolo preso in considerazione. In questi casi è necessario inserire il rapporto direttamente in anagrafica articolo.

Lascia un Commento

News