scritto da | on , | Nessun commento

MachineLearning

A che prezzo vendere i prodotti del mio negozio? Che sconto e a chi offrirlo? Come incrementare il numero dei clienti? Che assortimento offrire? Queste insieme ad altre sono le domande che ogni buon commerciante dovrebbe porsi. Ed oggi la risposta può essere sorprendentemente precisa ed affidabile, grazie al learning machine e all’enorme quantità di dati disponibili.

Col machine learning, in altri termini, i computer scrivono i loro programmi e imparano algoritmi di straordinaria complessità, che noi non sapremmo scrivere. Il modo in cui questo accade ha quasi del magico e consiste nel rovesciare i termini della questione. Quando un algoritmo è creato da un programmatore umano esso viene prima di tutto. Poi lo si applica a dei dati. E da questo derivano i risultati. Col machine learning il processo viene invertito. I computer sono anzitutto nutriti di dati. Poi si definiscono i risultati attesi. E da questo i computer – se provvisti davvero di molti dati e di esempi da cui apprendere – elaborano autonomamente gli algoritmi. Dopo di che, gli algoritmi creati dalle macchine possono prendersi cura di altre grandi quantità di dati, imparando progressivamente a gestirli sempre meglio.

Il machine learning è uscito dall’ambito accademico ed ormai applicato quotidianamente dalle imprese, ma ormai è anche alla portata di un negozio che di per se genera molti dati, la sfida è quindi quella di raccoglierli per poter accedere agli enormi benefici del machine learning, ed anche qui la tecnologia ci viene in aiuto, in fatti i sistemi di raccolta dati come un programma gestionale che raccoglie tutte le informazioni sui prodotti acquistati e venduti, un sensore che conta le persone che entrano nel nostro negozio, una pagina facebook che monitora i nostri clienti hanno davvero dei costi alla portata di un piccolo negozio.

È tempo di raccogliere dati per poi trasformarli in buone informazioni, l’unico vero patrimonio di qualsiasi azienda del nuovo millenio.

E tu hai iniziato la tua raccolta?

Lascia un Commento

News