scritto da | on , | Nessun commento

L’operazione Merge crea una nuova query da due query esistenti. Un risultato della query contiene tutte le colonne da una tabella principale e una singola colonna contenente un collegamento di navigazione alla tabella correlata. La tabella correlata contiene tutte le righe corrispondenti a ogni riga di una tabella principale in base a un valore di colonna comune. L’operazione Espandi consente di aggiungere le colonne da una tabella correlata in una tabella principale.

Con Merge è possibile ottenere gli stessi risultati della funzione CERCA.VERT di Excel. CERCA.VERT consente di creare un join tra due set di dati in Excel. Merge consente di creare un join tra due query di dati disponibili in Excel o da un’origine dati esterna. Inoltre, Merge dispone di un’interfaccia utente intuitiva per correlare facilmente le due tabelle join.

È possibile eseguire due tipi di operazioni Merge: Merge intermedio o Merge inline. Merge intermedio permette di creare una nuova query per ogni operazione Merge. Merge inline permette invece di eseguire il merge dei dati nella query esistente fino a quando non si ottiene il risultato finale. Il risultato è un nuovo passaggio alla fine della query corrente.

Merge inline

  1. Nella griglia Anteprima della query fare clic sull’icona della tabella ( Icona Tabella ) e quindi su Merge.
  2. Merge intermedio
  3. Nella barra multifunzione di POWER QUERY o dell’Editor di query, nel gruppo Combina fare clic su Merge. Quando si usa la barra multifunzione dell’Editor di query, la query attiva è selezionata come tabella principale per l’operazione Merge.
  4. Finestra di dialogo Informazioni attività periodica

Per eseguire il merge di query

  1. Nella finestra di dialogo Merge:
  2. Selezionare la tabella principale dall’elenco a discesa superiore e quindi selezionare una colonna facendo clic sull’intestazione della colonna.
  3.  Selezionare la tabella correlata dall’elenco a discesa inferiore e quindi selezionare una colonna corrispondente facendo clic sull’intestazione della colonna.
  4. Dopo avere selezionato le colonne dalla tabella principale e dalla tabella correlata, Power Query visualizza il numero di corrispondenze trovate per le prime righe. Questa azione verifica se l’operazione Merge ha avuto esito positivo o se è necessario apportare modifiche alle impostazioni dell’operazione Merge o alle query che si desidera combinare.
  5. Selezionare la casella di controllo Includi solo righe corrispondenti per includere solo le righe della tabella principale per le quali è stata trovata una corrispondenza con la tabella correlata nella query merge risultante. Se non si seleziona questa casella di controllo, tutte le righe della tabella principale verranno incluse nella query merge risultante.
  6. Fare clic su OK.

Lascia un Commento

News