scritto da | on , | Nessun commento

La distinta base contiene l’indicazione delle materie prime da utilizzare per la produzione di un prodotto finito o di un semilavorato. Definita in questo modo potrebbe sembrare una funzionalità utile unicamente alle imprese di produzione, in realtà avere a disposizione questa funzionalità nel proprio sistema gestionale è utile in diversi contesti. Vediamo alcuni esempi di utilizzo della distinta in contesti non produttivi. || Continua a leggere

scritto da | on , , | Nessun commento

Il Borsino Immobiliare della Logistica è uno strumento di analisi dedicato ai player della filiera logistica. Elaborato semestralmente da World Capital, il Borsino racchiude:

  • valori di vendita/locazione di nuovo e usato;
  • andamento del mercato in Italia e in Europa;
  • rendimenti e tagli;
  • approfondimenti e studi di settore in collaborazione con importanti enti;
  • interviste e sondaggi a operatori e manager;
  • corsi di formazione, fiere ed eventi.

Strumento utile a chi appartiene e vive il settore, per essere costantemente aggiornato e informato sulle dinamiche di mercato, valori e nuove ricerche, Il Borsino offre altresì ad aziende e operatori la possibilità di essere protagonisti al suo interno in qualità di:

  • rilevatori, partecipando alla raccolta dati;
  • sponsor/partner, promuovendo il proprio brand;
  • informatori, curando articoli e approfondimenti.

scritto da | on , , | Nessun commento

Un corretto, chiaro e veloce passaggio di informazioni è cruciale per mantenere fede agli impegni presi con il cliente, e quindi rendere l’impresa competitiva. Un flusso lineare e scorrevole di materiali, informazioni e persone nelle operation è l’idea base della sincronizzazione snella. Processi tortuosi possono creare ritardi e accumulo di scorte, non creano valore aggiunto e rallentano i tempi di lavorazione. La riconfigurazione fisica ed informativa dei processi volta a ridurre le distanze percorse e promuovere la collaborazione tra i dipendenti può contribuire a razionalizzare il flusso. Nello stesso modo, assicurare la visibilità del flusso facilità il suo miglioramento. || Continua a leggere

scritto da | on , , | Nessun commento

Tutto quello che dovete sapere per ottimizzare la gestione del magazzino:

come minimizzare le scorte massimizzando contemporaneamente la soddisfazione del cliente, riducendo al minimo il tempo intercorrente tra l’ordine della merce e la consegna e realizzando anche nella distribuzione il Just-In-Time;

come i diversi contesti di mercato influiscono sulla gestione del magazzino delle aziende industriali, delle imprese grossiste, dei commercianti al dettaglio, delle imprese di servizi e quali sono le soluzioni vantaggiose nei singoli casi;

come determinare i livelli necessari di scorte in modo da realizzare le condizioni più vantaggiose di acquisto/produzione, ridurre al minimo le giacenze ed essere egualmente in grado di far fronte ad ogni evenienza;

come realizzare un sistema di magazzinaggio per materiali, componenti e prodotti finiti che riduca al minimo i costi di movimentazione della merce e faciliti il controllo fisico delle scorte

Il futuro è già qui e siamo sempre più veloci a immettere nuovi prodotti sul mercato. J.D.Viale, un noto consulente internazionale, in questo volume esplora i problemi competitivi che si pongono oggi alle imprese e presenta le teorie, gli strumenti e le tecniche che consentono un’effettiva gestione del magazzino e permettono un miglioramento continuo, grazie anzitutto a un raffinamento sistematico del processo di previsione dei quantitativi dei singoli materiali, componenti, prodotti finiti necessari nei singoli intervalli temporali.

Questo manuale, come tutti i testi della serie 50Minuti, non è da leggere ma da usare. Aggiornato con le esperienze più avanzate, approfondisce tutti gli argomenti chiave, illustra per ognuno di essi i punti di partenza da cui muoversi e, in forma concisa, efficace e di piacevole lettura, presenta casi, prospetti, moduli, liste di controllo, che vi permetteranno di risolvere ogni dubbio. Nei vari capitoli vengono proposti esercizi appositamente studiati per acquisire dimestichezza con le varie tecniche. In appendice troverete un questionario di autovalutazione per uso personale. Potrete così applicare con successo i metodi proposti.

scritto da | on , | Nessun commento

Come costruire una funzione che estraesse il “Nome mostrato” dal seguente formato:

DV1511H, Nome episodio (Nome mostrato, Numero di serie)

questo può essere fatto tramite la seguente formula Excel:

    = (MID (A1, SEARCH (“(“, A1) +3,200))) – 1) LEFT ((MID (A1, SEARCH (“(A1) +3,200) )

Ma come si fa a fare qualcosa di simile in Power Query?

La mia prima aspettativa era quella di utilizzare una delle tecniche di M per Data Monkey, utilizzando gli equivalenti delle funzioni di ricerca e MID di Excel, sostanzialmente emulando la logica di Excel, ma vediamo come è possibile fare ciò con la funzione crea colonna da esempi.

Naturalmente, inizia con il clic del pulsante Creato colonna da esempi, che offre due opzioni:

    Da tutte le colonne

    Dalla selezione

In questo caso, farebbero la stessa cosa, ma comunque scegliamo “Selezione”, perché bisogna operare solo su una colonna. Quando faccio, ricevi un nuovo messaggio in cima e una nuova colonna. Ho messo nel modello che ho voluto ottenere:

E una volta che ho inviato Enter, in realtà mi mostra il modello utilizzato:

La formula che ha fornito è:

    Text.BetweenDelimiters ([Column1], “”, “,”, 3, 0)

 

Pagina 1 di 25812345...102030...Ultima »

News