Archivio per la Categoria ‘Pratica’ Category

scritto da | on , , | Nessun commento

Il controllo di gestione, come qualsiasi attività aziendale può essere suddivisa in vari processi per ognuno dei quali è possibile individuare gli strumenti più adatti. In questo articolo facciamo una carrellata degli strumenti e processi. || Continua a leggere

scritto da | on , , | Nessun commento

L’EDI è il supporto informatico con cui far dialogare due sistemi informativi di due diverse aziende, consentendo quindi di ridurre le discontinuità all’interno della rete logistica per quanto riguarda il trasferimento di informazioni, in buona sostanza l’EDI è l’equivalente informatico del container, ma se quest’ultimo è abbastanza semplice da utilizzare, più complessa è la realizzazione di un sistema EDI. || Continua a leggere

Certificazione AEO

Apr
2013
05

scritto da | on , | Nessun commento

La certificazione dell’A.E.O. si applica agli operatori economici ed ai loro partner commerciali che operano nella catena di approvvigionamento internazionale, (fabbricanti, esportatori, speditori/imprese di spedizione,  depositari,  agenti doganali, vettori,  importatori) e che, nel corso delle loro attività commerciali, prendono parte ad attività regolate dal codice doganale e si qualificano positivamente rispetto agli altri operatori, in quanto ritenuti affidabili e sicuri nella catena di approvvigionamento. || Continua a leggere

scritto da | on , , | Nessun commento

All’interno di un piano logistico per la gestione di un ecommerce grande rilievo ha il budget delle spedizioni in quanto ci permette di determinare il volume delle spedizioni e di conseguenza il costo di trasporto. Il budget delle spedizioni deriva dalle informazioni relative alle previsioni di vendita, alle informazioni relative alla posizione dei clienti, alla posizione dei magazzini ad alle politiche di gestione delle scorte. || Continua a leggere

scritto da | on , , | Nessun commento

Un ristorante, un ecommerce di prodotti alimentari, un piccolo laboratorio artigianale di pasta, nella gestione delle scorte devono tener conto che gestiscono dei prodotti deperibili, ovvero prodotti che dopo un breve tempo perdono utilità economica in quanto non più adatti ad essere consumati, è necessario quindi che il loro indice di rotazione sia più basso della loro vita utile diversamente si generebbero delle perdite pari al costo di acquisto del prodotto in quanto non più vendibile, inoltre bisogna considerare i costi necessari al loro smaltimento. || Continua a leggere

HACCP e Magazzino

Mar
2013
08

scritto da | on , | 1 commento

Il sistema HACCP è un sistema di autocontrollo per limitare i rischi relativi ai prodotti alimentari per i consumatori. All’interno del manuale è necessario dedicare una parte alla gestione del magazzino. Vediamo quindi alcuni elementi che dovrebbero essere presenti nel manuale.

Idonea pulizia delle corsie di stoccaggio: non stoccare prodotti potenzialmente appetibili per infestanti vicino a entrate, porte, bagni.

Idonea manutenzione delle attrezzature: sia le scaffalature, che devono essere in materiale lavabile e facilmente sanificabile, sufficientemente alte da terra in modo da poter essere pulite al di sotto e da poter essere ispezionabili, sia tutti i macchinari adibiti all’ utilizzo quali carrelli.

Idonea manutenzione dei pavimenti e soffitti:  controllo visivo ogni 15-20 gg di conformità, assenza di controsoffitto o se presente in vecchi magazzini attuare un idoneo piano di pulizia, tappare falle e buchi nel muro e nel pavimento con cemento o resine autorizzate all’uso nelle aziende alimentari.

Gestione della merce danneggiata scaduta o non conforme: indicare i metodi di ritiro del prodotto o di restituzione dello stesso.

Controllo della merce in entrata: Indicare il controllo della merce in entrata: Solamente nel caso che l merce non sia conforme, essa andrà segnata sul modulo di gestione delle N.C.

Prodotti usati per la pulizia: Devono essere conforme ai principi dell’HACCP, e di ogni prodotto usato deve essere resa disponibile nel manuale la scheda tecnica del prodotto e la scheda di sicurezza.

Manutenzione attrezzature: Indicare la periodicità con cui si fa la manutenzione di macchinari, scaffalature e così via.

Controllo temperature: Nel caso lo stoccaggio sia breve all’interno del magazzino o nel caso di prodotti alimentari non deperibili  non si rende necessario il controllo delle temperature.

News