Archivio per la Categoria ‘Sistemi informativi’ Category

scritto da | on , | Nessun commento

Molte volte succede che c’è la necessità visualizzare rapidamente i dati su una mappa ma non si ha il tempo di utilizzare per ore con ArcGIS o QGIS per renderlo graficamente accattivante. In questo articolo vedremo come creare una mappa in Excel in meno di 5 minuti con un plug-in gratuito chiamato PowerMap.

Power Map offre un paio di opzioni per visualizzare dati geografici. Il più ovvio è usare le coordinate. In questo metodo è necessario disporre di due colonne separate per latitudini e longitudini. La geocodifica è un processo che consente di individuare una posizione geografica in base a una descrizione, ad esempio indirizzo, nome della città, codice postale, nome del paese, ecc. || Continua a leggere

scritto da | on , , | Nessun commento

Il punto vendita Odoo (POS) fa parte della suite integrata di applicazioni aziendali di Odoo. Il modulo è disponibile sia online che offline e fornisce dati unificati in tutti i negozi e ha una funzione di gestione dell’inventario integrata.

Il modulo POS di Odoo fa parte di una raccolta open source di moduli aziendali che include anche moduli di contabilità, marketing, gestione del magazzino e gestione del progetto. Le funzionalità del modulo POS includono supporto wireless, stampante per scontrini / etichette, cronologia dei clienti, tracciabilità delle scorte e ordini automatizzati. || Continua a leggere

Powerbi & R

Ott
2019
28

scritto da | on , | Nessun commento

Negli ultimi anni, le potenti capacità di visualizzazione e previsione di R l’hanno fatto emergere come uno dei principali strumenti nel settore della Business Intelligence (BI) e dell’analisi. Questa popolarità ha portato Power BI ad aggiungere un’integrazione R.

Attualmente, esistono tre modi diversi per integrare R nei report Power BI: l’origine dati dello script R, lo strumento di pulizia dei dati e l’oggetto visivo R script. In questo articolo, esploreremo tutti e tre in modo da poter iniziare a utilizzare R nei report di Power BI. || Continua a leggere

scritto da | on , | Nessun commento

In diversi post precedenti abbiamo visto l’importanza degli indicatori ed in modo particolare per la gestione del magazzino abbiamo individuato l’indice di rotazione come un indicatore fondamentale. Vediamo come costruire con PowerBi un modello di analisi di questo indicatore.

Star schema

Il nostro schema a stella prevedrà una tabella dei fatti che sarà di tipo snapshot ovvero una fotografia giorno per giorno del nostro magazzino e tre tabelle delle dimensioni. I dati essenziali per costruire il modello sono i seguenti:

  • FactInventario: IDProdotto, IDMagazzino, IDData, Costo, Entrate,Uscite,Giacenza
  • DimDate:IDData, FullDateAlternateKey Giorno,Mese,Anno,
  • DimProdotto:IDProdotto, Descrizione, Categoria, SottoCategoria
  • DimMagazzino:IDMagazzino, Tipologia, Indirizzo

Nel caso i nostri dati non siano organizzati in questo modo tramite PowerQuery possiamo ricondurci a questo schema. || Continua a leggere

scritto da | on , , , | Nessun commento

A partire dalla versione di Power BI Desktop  2017, è possibile implementare variabili di analisi di simulazione per i report, interagire con la variabile come filtro dei dati e quindi rappresentare e quantificare diversi valori principali nei report. Il parametro Analisi di simulazione è presente nella scheda Creazione di modelli in Power BI Desktop. Dopo averlo selezionato, viene visualizzata una finestra di dialogo in cui è possibile configurare il parametro. || Continua a leggere

Voucher digitale

Nov
2017
14

scritto da | on , , | Nessun commento

Finalmente è uscito il decreto direttoriale sul Voucher MiSE, che permette alle imprese di recuperare a fondo perduto fino a 10.000 euro per gli interventi di acquisto di hardware, software e quelli di consulenza specialistici per rendere tangibili le politiche di abbattimento del digital divide delle imprese,un intervento tanto necessario quanto atteso, soprattutto dalle imprese poco “digital”, che grazie ad esso potranno sostenere, sebbene parzialmente, lo sviluppo (ed i rischi) del loro debutto in rete.

Si tratta di un contributo a fondo perduto che prende la forma di uno strumento che consente di prenotare un piccolo fondo di disponibilità per finanziare componenti hardware e servizi IT: l’obiettivo è coprire gli interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e/o rinnovare la tecnologia utilizzata in azienda. Questa misura è adatta per quelle imprese che hanno intenzione di acquistare hardware, software o servizi (compreso il tempo degli sviluppatori) che ti consentono di: || Continua a leggere

News