Archivio per la Categoria ‘Teoria’ Category

scritto da | on , , , | Nessun commento

Dal primo gennaio 2019, a meno di slittamenti o proroghe varie, tutte le imprese saranno obbligate ad emettere la fattura elettronica. La prima cosa che ci viene in mente è l’ennesimo obbligo per vessare le piccole imprese con la scusa della riduzione dell’evasione fiscale. E questa è sicuramente una prima lettura, superficiale se vogliamo della normativa. Se proviamo a scavare più a fondo comprendiamo che in Italia sul fronte digitale siamo ancora indietro rispetto agli altri paesi e purtroppo sappiamo che se gli italiani non sono obbligati a fare qualcosa non la fanno.

Ora la fatturazione elettronica b2b può diventare una opportunità se la consideriamo non come mero adempimento formale ma come punto di partenza per rivedere i processi aziendali e renderli digitali. In termini pratici questo cosa vuol dire? Se non abbiamo già un sistema informativo al posto di affidarci ad uno qualsiasi dei servizi per l’emissione della fattura elettronica può questa essere l’occasione per avere un sistema informativo degno di questo nome.

4 PUNTO 0

Apr
2018
07

scritto da | on | Nessun commento

Un libro per muovere i primi passi nel mondo della Quarta rivoluzione industriale, un mondo in cui robot, intelligenze artificiali e tecnologie per la manifattura digitale cambieranno per sempre il nostro modo di progettare, produrre e acquistare prodotti e servizi.

La prima caratteristica di questa rivoluzione è la globalizzazione: per la prima volta nella storia, una trasformazione industriale sta avvenendo in contemporanea su scala mondiale. Il secondo aspetto chiave è la parola ecosistema: a differenza delle prime tre rivoluzioni industriali (macchina a vapore, elettricità, computer) in questi anni non sono state inventate nuove tecnologie o nuove macchine, ma si è capito come tenere insieme con uno stesso linguaggio (il bit) diverse piattaforme tecnologiche. Se la rivoluzione in atto porterà a termine le trasformazioni promesse, tra vent’anni guarderemo alla società di oggi come oggi guardiamo alla società dell’Ottocento.

scritto da | on , | Nessun commento

Uno strumento di business intelligence a costo zero? Si Power Bi è uno strumento completo di business intelligence completo che consente di recuperare i dati, pulirli ed organizzarli in un data warehouse e di creare report e dashboard di grande impatto visivo e che facilitano la comprensione dei dati analizzati.

PowerBi mette a disposizione degli utenti una serie di funzionalità che facilità la vita di chi deve costruire la reportistica aziendale, superando i limiti del tradizionale foglio Excel ma al tempo stesso hanno la medesima facilità di utilizzo. Infatti con poche nozioni di base è possibile iniziare a creare i primi report per una veloce analisi dei dati, ma questa facilità di utilizzo non deve far pensare che power Bi sia uno strumento basico. Infatti grazie al linguaggio M è possibile pulire e trasformare qualsiasi tipo di dato, il linguaggio DAX poi consente di creare tutti gli indicatori necessari, una comunità sempre attiva permette di avere a disposizione più di 100 oggetti visuali da inserire nei report. E se questo non bastasse è possibile utilizzare il linguaggio R per analisi statistiche avanzate.

Tutto questo a costo zero, o meglio al costo del tempo necessario per apprendere le principali funzionalità.

scritto da | Nessun commento

Con l’avvento di internet e delle piattaforme online sembra proprio giunta la fine di agenzie di viaggio, agenti di commercio, agenzie immobiliari e di tutte quelle imprese che si occupano di intermediazione, ovvero di mettere in contatto la domanda e l’offerta di un mercato. Per far incontrare la domanda e l’offerta basta internet tra l’altro con costi minori ed in maniera efficiente rispetto ad un intermediario. || Continua a leggere

La cultura del dato

Dic
2017
07

scritto da | on , , | Nessun commento

Abbiamo una strumentazione tecnologica davvero poderosa e a basso costo che consente di registrare qualsiasi tipo di dato per poi trasformarlo in preziose informazioni. Manca però nelle imprese una cultura del dato. Spesse volte nella mia attività di consulenza mi ritrovo con dati raccolti male, o peggio ancora aziende che non sanno di avere a disposizione dei dati. || Continua a leggere

scritto da | on , , | Nessun commento

L’incremento della velocità e dell’impatto delle trasformazioni in atto, unito ad una sempre più sfuggente prevedibilità di fenomeni e comportamenti, sta mettendo sul lettino del paziente il processo decisionale. E i medici al capo del letto di questo paziente importante non sono d’accordo su diagnosi e prognosi e si stanno dividendo in due fazioni contrapposte ed agguerrite.

Da un lato, i tecno fan, che si augurano che tutto venga gestito dalle macchine (robot, sistemi esperti, reti neurali), capaci di fare molto meglio dell’uomo. Gli umanisti, invece, che rispettano e usano le macchine ma non lasciano mai il loro senso critico, sono sicuri che l’uomo, nella sua complessità, finitudine e umanità sia sempre superiore alle macchine. || Continua a leggere

Pagina 1 di 8212345...102030...Ultima »

News