Archivio per la Categoria ‘Teoria’ Category

Pensiero visuale

dic
2016
22

scritto da | on | Nessun commento

Il pensiero visuale è un metodo di insegnamento facilitato dalle immagini e documentato in modo da avere un effetto positivo a cascata su entrambi i docenti e gli studenti. È forse il modo più semplice in cui gli insegnanti e le scuole possono fornire agli studenti comportamenti chiave richiesti dalla norme fondamentali comuni: capacità di pensiero che diventano abituali e trasferire da lezione per lezione. || Continua a leggere

La stella danzante

dic
2016
17

scritto da | on , | Nessun commento

Affrontare il contesto attuale fatto di volatilità, incertezza, complessità ed ambiguità non è certo facile. Sicuramente comprendere ad accettarne le sue coordinate è già un primo passo, bisogna poi attrezzarsi per affrontarlo, sia come singoli che come organizzazioni.

Le organizzazioni hanno creato nel tempo metodi e strumenti per contrastare queste criticità: flessibilità per imbrigliare la volatilità, data analitycs per contrastare l’incertezza, approccio sistemico per governare la complessità. Ma l’ambiguità si ostina a non essere controllabile, riducibile. Anzi crea disagio e ricompare dove meno la si aspetta. Ma è un dato di sistema e, se ben intesa, è fonte di ricchezza informativa. Ma gestire, anzi alimentarsi, di ambiguità non è più un tema di strumenti e metodi: è un tema di mentalità e attitudine. || Continua a leggere

Città dei capi

dic
2016
08

scritto da | on , | Nessun commento

Al  capo  non  viene  più  solo  richiesto  di  comandare  e  controllare,  ma  di  mettere  in  discussione  la  propria idea verticale di potere a favore di una tipologia di Leadership più orizzontale, adottando una visione che contempli il senso di comunità e fraternità . La nuova Leadership si fonda sulla cultura dei  pari. Più ancora, il suo elemento costitutivo è il codice dei fratelli: il supporto reciproco, la creatività, la  sfida, ma anche l’invidia, il conflitto e la competizione.
In  questo  volume  si  approfondisce  il  passaggio  dal  capitale  umano  al  capitale  sociale,  delineando  modelli  di  Leadership  centrati  sulla  cultura  della  rete,  dell’integrazione  e  dell’accettazione  dell’errore  come  elementi  di  crescita  ed  innovazione.  La  prospettiva  della  rete  troverà  evidenza  attraverso  lo  studio  degli  strumenti  che  consentono  di  mappare  le  relazioni  nelle  aziende  e  mediante  l’analisi  di  come  i  legami  relazionali  costituiscano  la  base  per  la  creazione  del  benessere  organizzativo.  Verrà  esplorato il codice affettivo della fraternità come fondamento di nuove culture  basate sulle relazioni tra  pari,  andando al di là delle ben più note culture verticali in cui i capi sono padri o madri. Tali riflessioni  consentiranno di delineare  il nuovo tipo di  Leadership, le cui caratteristiche saranno illustrate, infine,  in un Open Leadership Manifesto. Perché Il nuovo Leader non é più Primo fra tutti, ma Uno fra tanti, al fianco di tutti quelli che possono  e vogliono primeggiare.

scritto da | on , , | 2 commenti

Posizioni la macchina in un ufficio o altro locale, la rifornisci ed il gioco è fatto!! Tutto facile per chi gestisce un impresa di macchine distributrici? Non proprio. Vediamo alcune implicazioni logistiche della gestione di questa attività e come un sistema informativo può adeguatamente supportare.

  • Gestione dei macchinari
  • Gestione delle scorte
  • Gestione del rifornimento

|| Continua a leggere

Miopia decisionale

nov
2016
10

scritto da | on , | Nessun commento

Il tema della miopia decisionale non è nuovo. È presente nell’economia classica e viene poi ripreso da Keynes, che ne evidenzia i pericoli sotto forma di erosione della fiducia e di ostacolo per il buon funzionamento dell’economia. Tuttavia dagli Anni Ottanta in poi questo problema è diventato sempre più critico, divenendo parte integrante “degli eccessi di cattiva gestione e di inefficienza che hanno caratterizzato in modo pervasivo le crisi finanziarie più recenti, soprattutto quella che tuttora attanaglia le economie occidentali, scoppiata nel 2008”. || Continua a leggere

scritto da | on , | Nessun commento

Un distributore horeca solitamente vende ai propri clienti la merce che poi utilizzeranno nel proprio bar, ristorante o albergo. Ma se regalassero ai loro clienti un sistema POS? Buonismo natalizio? Beneficenza? No semplice scelta strategica. Un sistema POS consente di raccogliere informazioni circa all’interno del punto vendita e si sa l’informazione è il bene più prezioso.

L’idea di regalare un POS ai propri clienti è quello di collegare la supply chain al punto vendita permettendo di avere quindi informazioni in tempo reale circa le scorte presenti nei diversi punti vendita dove distribuiamo la nostra merce riuscendo quindi a rifornire in maniera tempestiva ed in definitiva consente l’ottimizzazione delle scorte ed un migliore livello di servizio al cliente.

Pagina 4 di 81« Prima...23456...102030...Ultima »

News