Articoli Taggati ‘analisi dei dati’

scritto da | on , , | Nessun commento

GiacenzaMedia

Vediamo come utilizzare PowerPivot per calcolare la giacenza media. Una misura è un calcolo numerico utilizzato nell’analisi dei dati, una aggregazione di dati. Non tutti i dati però sono aggregabili per tutte le dimensioni di analisi, infatti ci sono delle misure cosiddette semi additive perché consentono l’aggregazione del dato solo per alcune dimensioni. Se ad esempio abbiamo una tabella con il valore delle giacenze per articolo, deposito e giorno è evidente che possiamo aggregare il valore della giacenza per articolo e deposito ma non per tempo, non ha senso sommare il valore della giacenza del lunedì con quella del martedì e così via. Ha molto più senso calcolare la giacenza dell’ultimo giorno del periodo oppure la giacenza media. || Continua a leggere

scritto da | on , | Nessun commento

DatiErrati

Big Data è un tema ampio che fa riferimento alla crescente quantità di informazioni digitali che sono raccolti e memorizzati, così come le procedure di analisi in fase di sviluppo per comprendere questi dati.

Quasi ogni industria sta approfittando di questo metodo per spingere il proprio business in avanti. Vediamone due esempi || Continua a leggere

Power BI

giu
2016
02

scritto da | on , , | Nessun commento

Power BI è uno strumento di analisi dati oggi completamente cloud che può essere utilizzato per il reporting e l’analisi dei dati provenienti da un’ampia gamma di fonti diverse. Lo strumento, semplice e facile da usare da parte di un ampio range di utenti (dagli analisti aziendali al business, passando risorse dedicate all’IT), è ad oggi potente e maturo e può quindi essere utilizzato con efficacia in un contesto di business. Power BI si compone di 6 componenti principali, attualmente rilasciati sul mercato separatamente e perciò utilizzabili anche singolarmente: || Continua a leggere

Novità Excel 2016

apr
2016
22

scritto da | on , , | Nessun commento

MagazzinoConExcel (640x480)

Excel 2016 presenta diverse novità che vanno nella direzione di renderlo sempre più un potente strumento per l’analisi dei dati. Vediamone alcune.

Sei nuovi tipi di grafico

Le visualizzazioni sono fondamentali per un’efficace analisi dei dati, oltre che per creazione di rappresentazioni visive accattivanti. In Excel 2016 sono stati aggiunti sei nuovi grafici, con le stesse opzioni avanzate di formattazione già disponibili, che consentono di creare le visualizzazioni più comuni di dati finanziari o gerarchici oppure di evidenziare le proprietà statistiche dei dati. Fare clic su Inserisci grafico gerarchico nella scheda Inserisci per usare il grafico Mappa ad albero o Radiale, fare clic su Inserisci grafico a cascata o azionario per vedere Cascata oppure fare clic su Inserisci grafico statistico per vedere Istogramma, Pareto o Scatola e baffi.

|| Continua a leggere

scritto da | on , , | Nessun commento

powerpivot

In PowerPivot una volta importati i dati è possibile arricchire o esplicitare meglio le informazioni presenti nelle tabelle tramite le colonne calcolate, ovvero delle colonne che tramite un linguaggio chiamato DAX (per certi versi simile alle formule di Excel) consentono di aggiungere altri dati. Ad esempio se ho un colonna con il prezzo ed una con la percentuale di sconto posso calcolare tramite una nuova colonna il prezzo netto, oppure se ho una colonna con la data di spedizione ed una con la data richiesta posso calcolare i giorni di ritardo, oppure posso chiarire meglio il significato di un campo. Ad esempio se ho un campo ordine evaso e con 0 indico l’ordine non evaso e con 1 l’ordine evaso posso creare una colonna che indica EVASO quando c’è 1 e NON EVASO quando c’è 0. || Continua a leggere

Machine Learning

nov
2015
12

scritto da | on , , | Nessun commento

MachineLearning

Le tecnologie basate su machine learning rappresenteranno i pilastri della prossima rivoluzione del software aziendale. Il machine learning si occupa di studiare algoritmi, modelli comportamentali e di apprendimento automatico da attivare nelle intelligenze artificiali: l’obiettivo è quello di permettere a queste ultime di trovare analogie dall’analisi di determinati dati entrando in possesso di conoscenze delle quali non erano prima in possesso, il tutto emulando procedure simili a quelle del sistema nervoso umano – ma su scala completamente differente.
La considerevole potenza di calcolo dei moderni supercomputer è infatti ineguagliabile dalla pur sorprendente mente umana – che resta in ogni caso superiore per via delle associazioni logiche che è in grado di compiere e le altre caratteristiche che la qualificano appunto come “umana” e non “artificiale”.
“Le possibilità sono infinite” infatti sulla base di analisi effettuate in tempo reale, le imprese riusciranno ad anticipare eventuali andamenti del mercato o ancora, sempre mediante le IA, l’inserimento e catalogazione dei dati potrà essere effettuata senza l’impiego di personale umano (sia per quanto riguarda i dati in entrata che in uscita) – “storicamente” relegato alla compilazione di documenti elettronici, form vari e cosi via. || Continua a leggere

Pagina 1 di 41234

News