Articoli Taggati ‘etichetta’

scritto da | on , | Nessun commento

Zebra-Designer

Per poter stampare le etichette con una stampante zebra è necessario utilizzare il programma Zebra Designer, per creare una nuova etichetta clicchiamo su nuovo all’interno del programma e parte una composizione guidata che permette di impostare formato dimensione e layout dell’etichetta. Al termine della composizione guidata avremo l’etichetta vuota su cui poter disegnare. Il programma mette a disposizione diversi strumenti per disegnare l’etichetta: || Continua a leggere

Misuratori fiscali

apr
2015
08

scritto da | on , | Nessun commento

La normativa concernente i misuratori fiscali è abbastanza estesa e articolata, riportiamo quindi per semplicità i principali obblighi dell’utente.

Ogni attività commerciale in cui è imposto l’utilizzo del misuratore fiscale deve avere i seguenti documenti:

  • Libretto di dotazione del registratore di cassa, composto da pagine progressivamente numerate in cui oltre ai dati dell’azienda, vengono di volta in volta annotate sia le variazione di ragione sociale che le verifiche periodiche effettuate e trascritte dal tecnico.
  • Registro dei corrispettivi giornalieri in cui trascrivere dalla chiusura di fine serata l’incasso del giorno.
  • Registro per mancato o irregolare funzionamento del misuratore fiscale, su cui annotare l’importo totale pagato da ogni singolo cliente.
  • Copia dei documenti riguardanti la messa in servizio del misuratore fiscale e ricevuta di ritorno della copia spedita all’Agenzia delle Entrate settorialmente competente. || Continua a leggere

scritto da | on , | Nessun commento

Il D. Lgs. n. 228/2001, e successive modifiche ed integrazioni, disciplina l’esercizio dell’attività di vendita da parte dell’impresa agricola, organizzata anche in forma societaria.

Infatti tale norma consente agli imprenditori agricoli, singoli o associati, purchè iscritti nel Registro delle Imprese, in deroga alla disciplina ordinaria del commercio, di porre in vendita al dettaglio i propri prodotti agricoli.

La vendita può riguardare anche prodotti derivati, ovvero quelli ottenuti a seguito di attività di manipolazione o trasformazione dei prodotti agricoli e zootecnici, provenienti dal ciclo produttivo dell’impresa, nonché i prodotti acquistati da terzi, purchè questi ultimi appartengano allo stesso comparto agronomico dell’azienda agricola del venditore. || Continua a leggere

scritto da | on , , | Nessun commento

La scelta del materiale d’imballaggio più idoneo per un certo alimento è un processo molto complesso influenzato sia dalla natura dell’alimento, dalla natura del materiale e dal rapporto tra contenuto e contenitore sia da considerazioni economico-finanziarie, commerciali, di marketing e di inquinamento ambientale. Attualmente i materiali più usati nell’imballaggio alimentare sono il vetro, i metalli, la carta, il cartone e le materie plastiche, mentre sono in calo il legno e i tessuti. La salubrità e la sicurezza dei cibi è una questione di grande interesse per la collettività ed una delle maggiori preoccupazioni riguarda la migrazione di sostanze tossiche dai materiali d’imballaggio a contatto con l’alimento all’alimento stesso. In Italia l’idoneità alimentare di un materiale d’imballaggio è disciplinata da circa 35 anni, mentre a livello europeo da più di 25. Tale sovrapposizione di norme nazionali e comunitarie rende la materia complicata e soggetta a frequenti modifiche, tuttavia possono essere individuati alcuni principi fondamentali comuni alle due legislazioni: || Continua a leggere

scritto da | on , , | Nessun commento

Il Regolamento (UE) n. 1169/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio del 25 ottobre 2011 è la disciplina orizzontale che riguarda tutti i prodotti alimentari, emanata con lo scopo di unificare e aggiornare in un unico testo normativo, simultaneamente valido per tutti gli Stati membri dell’Ue, le normative sull’etichettatura, presentazione e pubblicità degli alimenti e l’etichettatura nutrizionale: la Direttiva 2000/13/CE e la Direttiva 90/496/CE, rispettivamente recepite in Italia con il Decreto legislativo 109/92 e Decreto legislativo 77/93.

La semplificazione normativa, pensata e scritta a tutela del consumatore finale, mira a far crescere il livello d’informazione e la coscienza dell’importanza di fare scelte consapevoli e mirate, per prevenire i danni dovuti a comportamenti alimentari errati. || Continua a leggere

scritto da | on , | Nessun commento

Grazie ai codici a barre e alle casse dotate di scanner oggi non è più indispensabile applicare etichette con i prezzi alle confezioni. Di conseguenza è divenuto più importante utilizzare etichette adeguate sugli scaffali, che forniscano al consumatore tutte le informazioni su prezzo e prodotto. L’applicazione manuale di etichette cartacee sugli scaffali, oltre a comportare un dispendio di tempo e personale, può essere soggetta a errori e questa situazione genera insoddisfazione e diffidenza nei confronti dei prezzi esposti, nonché perdite nel volume di affari realizzato dall’esercente. || Continua a leggere

Pagina 1 di 212

News