Articoli Taggati ‘imballaggio’

scritto da | on , , | Nessun commento

Vediamo alcuni siti di aziende distributrici di materiale per chi lavora in ambito logistico:

Manutan è specialista della vendita a distanza di prodotti non strategici per le aziende. A catalogo sono presenti 200000 prodotti, nella sezione imballaggio è presente una gamma di prodotti che risponde a tutte le esigenze di imballaggio, garantendo un’elevata qualità. Spedizioni standard, di oggetti fragili, voluminosi, pericolosi. È presente una sezione dedicata al lean manufactoring.

Rajapack il gruppo RAJA distribuisce a più di 500.000 clienti la più vasta gamma di prodotti per l’imballaggio. Nel sito sono presenti i consigli degli esperti per scegliere l’imballaggio più adatto, inoltre sono presenti diversi prodotti personalizzabili.

scritto da | on , , , | Nessun commento

ImballaggiAlimentari

Chi opera nella distribuzione di prodotti alimentari, soprattutto beverage, conosce perfettamente il problema legato agli imballi a rendere, la chiusura dei rientri, i report di controllo, la gestione dei depositi cauzionali attivi e passivi. La gestione completa di questo flusso fisico ed informativo a volte può diventare molto più onerosa del classico flusso di vendita dei prodotti. Per una corretta gestione di tale attività è quindi imprescindibile quindi l’utilizzo di un sistema gestionale che preveda anche la rilevazione sul campo delle informazioni grazie anche a dispositivi mobile. || Continua a leggere

Audit di magazzino

feb
2015
25

scritto da | on , | Nessun commento

Le imprese che voglio ottenere o che hanno ottenuto la certificazione di qualità ISO periodicamente sono interessate da audit sia interni sia esterni. In queste verifiche una parte sarà dedicata anche alla gestione del magazzino per controllare che le attività svolte siano conformi agli standard prefissati dall’azienda.

Cosa verificare quindi in audit del magazzino? Possiamo individuare alcuni punti che sicuramente dovrebbero essere inseriti nel programma di verifica: || Continua a leggere

scritto da | on , , | Nessun commento

Nel nostro Paese l’etichettatura dei prodotti alimentari è regolata dal Decreto Legislativo del 27 gennaio 1992 n. 109, la cui applicazione fa riferimento alla Circolare del Ministero dell’Industria, del Commercio e dell’Artigianato del 31 marzo 2000 n. 165. Tale norma prevede che, pur essendoci norme specifiche per taluni alimenti, i prodotti alimentari confezionati, in confezioni chiuse, destinati al consumatore riportino, in italiano, riportino le indicazioni secondo l’articolo 3 Decreto Legislativo n. 109/92. || Continua a leggere

scritto da | on , , | Nessun commento

L’imballaggio responsabile secondo Comieco è leggero, è monomateriale, è creativo, è funzionale. Cercando di concentrare in una definizione il concetto di “imballaggio responsabile” è possibile dire che per responsabili si intendono quegli imballaggi, rappresentativi di qualità, che coniugano tutela dell’ambiente, rispetto delle esigenze di tutti gli utenti (anche dei più deboli) e miglioramento delle aspettative economiche, sociali e culturali.

Nel convegno “Carta e cartone dalla parte dei consumatori, delle aziende, della qualità” organizzato da Comieco, Assocarta e Assografici durante la fiera Ipack-Ima 2009, sono stati identificati gli elementi essenziali che permettono di definire le qualità dei buoni imballaggi in carta, cartoncino e cartone. Tra questi rientrano: || Continua a leggere

scritto da | on , , | Nessun commento

La scelta del materiale d’imballaggio più idoneo per un certo alimento è un processo molto complesso influenzato sia dalla natura dell’alimento, dalla natura del materiale e dal rapporto tra contenuto e contenitore sia da considerazioni economico-finanziarie, commerciali, di marketing e di inquinamento ambientale. Attualmente i materiali più usati nell’imballaggio alimentare sono il vetro, i metalli, la carta, il cartone e le materie plastiche, mentre sono in calo il legno e i tessuti. La salubrità e la sicurezza dei cibi è una questione di grande interesse per la collettività ed una delle maggiori preoccupazioni riguarda la migrazione di sostanze tossiche dai materiali d’imballaggio a contatto con l’alimento all’alimento stesso. In Italia l’idoneità alimentare di un materiale d’imballaggio è disciplinata da circa 35 anni, mentre a livello europeo da più di 25. Tale sovrapposizione di norme nazionali e comunitarie rende la materia complicata e soggetta a frequenti modifiche, tuttavia possono essere individuati alcuni principi fondamentali comuni alle due legislazioni: || Continua a leggere

Pagina 1 di 3123

News