Articoli Taggati ‘prelievo magazzini automatici’

scritto da | on | Nessun commento

Il modo ottimale per il prelievo da un magazzino automatico è l’utilizzo di liste di prelievo (solitamente il magazzino prevede anche il prelievo immediato, ovvero l’operatore digita il codice da prelevare ed il magazzino estrae il vassoio in cui è ubicato il materiale e lo posiziona sulla baia per il prelievo da parte dell’operatore) in quanto il magazzino automatico una volta messa in esecuzione la lista presenta in sequenza i vassoi con gli articoli presenti nella lista con la QT che l’operatore deve prelevare. Le liste di prelievo solitamente sono inviate dal sistema gestionale al magazzino automatico in base alle scelte degli impiegati dell’ufficio logistica che richiedono prelievi per evadere ordini clienti o predisporre il rifornimento dei reparti interni ed esterni di produzione. Supponiamo che durante la giornata vengano inviate N liste di prelievo al magazzino, si presentano due possibilità per la gestione delle liste, lasciare libertà all’operatore sulla sequenza delle liste da mettere in esecuzione oppure guidare l’operatore attraverso un ordinamento delle liste da mettere in esecuzione. Per poter effettuare tale operazione è necessario poter accedere al database del gestionale del magazzino automatico per reperire le informazioni sulle liste e poter scrivere in un campo la priorità di esecuzione della lista (solitamente i gestionali prevedono un campo priorità, in caso contrario prevedono comunque dei campi personalizzabili in cui inserire questo valore), a questo punto l’operatore si troverà a video l’elenco delle liste ordinate per priorità da mettere in esecuzione. Quali informazioni sono necessarie per poter effettuare tale attività e quando effettuare questa attività?
Per ogni lista è opportuno individuare le seguenti informazioni:
Numero lista, Data creazione, Data richiesta, Percentuale evadibilità, Tempo stimato di esecuzione, Destinazione, tipologia articoli.
La percentuale di evadibilità è calcolata come media delle percentuali di evadibilità delle singole righe, la percentuale per ogni riga è data dal rapporto della QT richiesta con la QT evadibile (ovvero se la giacenza è maggiore delle QT richiesta la QT evadibile è uguale alla QT richiesta altrimenti la QT evadibile è uguale alla giacenza). Bisogna fare attenzione agli articoli presenti in più liste in questa situazione è possibile avere due casi la giacenza consente di soddisfare tutte le richieste oppure no, in questo secondo caso bisogna distribuire la giacenza per le varie liste, uniformante o secondo un criterio (ad esempio data richiesta più vecchia o numero di liste evadibili: esempio abbiamo una giacenza da 50 e tre liste con le seguenti richieste A 10, B 30, C 50 se attribuiamo la giacenza alla lista C evadiamo una sola lista mentre se attribuiamo la giacenza alla lista A e B evadiamo completamente 2 liste ed una parzialmente).
Il tempo stimato di esecuzione è dato dal numero di vassoi da prelevare per il tempo medio di un ciclo di prelievo formato dalle seguenti fasi: prelievo vassoio, posizionamento vassoio in baia, prelievo del codice da parte dell’operatore, sistemazione del vassoio nella cella. I tempi di prelievo vassoio, posizionamento in baia e posizionamento in cella sono solitamente indicati dal costruttore della macchina, mentre per quanto riguarda il tempo di prelievo da parte dell’operatore dipende dalla tipologia di articolo, dalla quantità da prelevare e dalle operazioni che deve compiere (posizione in cui mettere il materiale ubicato, eventuale sconfezionamento e riconfezionamento, etichettatura, pesatura, ecc). Per quanto riguarda il numero di vassoi da prelevare è opportuno considerali in base all’evadibilità della lista ovvero se un codice ubicato nel vassoio 10 è presente in lista ma ha giacenza uguale a zero tale vassoio non và considerato. Per ottenere il numero di vassoi bisogna partire da una tabella con queste informazioni ed utilizzare due query di questo tipo:
RIGHE LISTA: LISTA, ARTICOLO, VASSOIO, GIACENZA
Query VASSOI LISTA:

SELECT LISTE.LISTA, LISTE.VASSOIO
FROM LISTE
WHERE (((LISTE.GIACENZA)>0))
GROUP BY LISTE.LISTA, LISTE.VASSOIO;
Query NUMERO VASSOI
SELECT [VASSOI LISTA].LISTA, COUNT ([VASSOI LISTA].VASSOIO) AS [N VASSOI]
FROM [VASSOI LISTA]
GROUP BY [VASSOI LISTA].LISTA;

La destinazione è intesa in base alla tipologia di lista, nel caso di liste di prelievo per la vendita la destinazione sarà data dal cliente, mentre per le liste di prelievo per la produzione la destinazione sarà data dal reparto di produzione o dal subfornitore nel caso di conto lavoro.
La tipologia di articoli è un raggruppamento degli articoli di tipo merceologico utile per individuare eventuali similarità tra le liste, in caso questo raggruppamento abbia poco senso per gli articoli considerati per individuare eventuali similarità tra liste si utilizzerà il contenuto stesso della lista.
A questo punto una volta individuate tutte le informazioni per ogni lista è possibile utilizzare un algoritmo di scheduling per trovare l’ordinamento ottimale delle liste. Per quanto riguarda la periodicità di esecuzione di tale schedulazione dipende dal tempo di esecuzione delle liste richieste, ad esempio se vengono richieste mediamente 10 liste al giorno e tutte e 10 vengono evase nello stesso giorno è opportuno effettuare la schedulazione ogni giorno, nel caso le liste richieste in un giorno vengono evase in due giorni, la schedulazione va fatta con questa cadenza. È importante ricordare le schedulazione deve tenere conto solo delle liste richieste e non in esecuzione più le liste parzialmente evase.

News