Articoli Taggati ‘Puglia’

scritto da | on | Nessun commento

Il Distretto Logistico Pugliese cui il Comune di Molfetta è promotore insieme alla Confindustria di Taranto ha ricevuto il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Puglia. È l’undicesimo distretto deliberato dalla giunta regionale dopo la valutazione positiva del nucleo tecnico per la carica innovativa e allo stesso tempo la fattibilità dei progetto. Il provvedimento individua, di fatto, nei territori di Molfetta e Taranto un sistema logistico con due poli regionali di riferimento, geograficamente distinti ma econo- micamente perfettamente integrati, con l’obiettivo di massimizzare la produttività delle imprese, favorire la loro internazionalizzazione verso i mercati dell’Est Europa e l’area del Mediterraneo, attrarre gli investimenti pubblici e privati per lo sviluppo economico dell’intero territorio regionale. Il distretto oggi riunisce 158 imprese, più associazioni di categoria, sindacati, enti locali, università ed istituzioni pubbliche tra cui la Società Porto Molfetta spa. Tutti saranno protagonisti di una “rete” (omogenea in termini settore operativo) che, col supporto delle istituzioni pubbliche, potrà promuovere progetti di ricerca e innovazione in comune, azioni di comarketing e ovviamente potrà candidarsi a finanziamenti regionali, statali o europei.
Nel programma di sviluppo del distretto logistico tra gli obiettivi compaiono competitività, innovazione tecnologica e riorganizzazione operativa, internazionalizzazione. Obiettivi da raggiungere attraverso la formazione del personale tecnico e manageriale, ma anche con significative innovazioni tecnologiche come lo sviluppo di software dedicati alla logistica che mettano in connessione info-telematica le imprese da un lato e gli operatori del trasporto e della logistica dall’altro. Sul fronte dell’internazionalizzazione, si punta più specificatamente all’aggregazione in consorzi per offrire servizi integrati sui mercati esteri a costi più contenuti e competitivi. Tutti progetti finalizzati ad una crescita della quota di mercato nazionale pari al 10% e di mercato internazionale del 30% e anche ad un incremento dell’occupazione del 5% in tre anni.
Nel 2008 il Comune di Molfetta sottoscrisse un protocollo d’intesa che unificò in un unico progetto due distinte proposte di distretto logistico presentate alla Regione. La sede legale del nuovo distretto sarà ubicata presso la Confindustria Taranto nel capoluogo ionico, mentre la sede secondaria sarà presso il Comune di Molfetta.

scritto da | on | Nessun commento

Il seminario sugli scambi logistici tra Puglia e Olanda che si è svolto questa mattina in Fiera del Levante si è trasformato in un incontro orientato all’azione che ha fissato già una missione commerciale olandese sulla logistica nella nostra regione dal 9 all’11 novembre. «La logistica è un pilastro del futuro della Puglia – ha spiegato l’assessore regionale alle infrastrutture strategiche Guglielmo Minervini intervenendo all’incontro – Stiamo cercando di mettere in campo una strategia agile nella rapidissima evoluzione dei mercati. Immagino in questo senso una Puglia corsara in grado di intercettare e consolidare il suo ruolo al centro delle direttrici di traffico del Mediterraneo e in questa prospettiva con l’ambasciatore olandese c’è stato un confronto niente affatto retorico, abbiamo subito registrato una bella effervescenza con un interlocutore qualificato sul carattere nevralgico della sfida della logistica per il nostro territorio».

Alla tavola rotonda oltre all’ambasciatore dei Paesi Bassi in Italia, Alphonsus Stoelinga era presente anche il direttore del porto di Rotterdam, il più grande scalo d’Europa. «Abbiamo ancora tanto da imparare – ha aggiunto Minervini – ma la Puglia ha ormai preso coscienza che il trovarci qui e ora non costituisca un ostacolo ma una risorsa, l’essere una naturale piattaforma logistica tra due mari ci porta ad avere una strategia flessibile orientata al mercato che guarda in più direzioni, ai traffici nord-sud dei quali Taranto è una naturale porta e all’altra direttrice quella verso i Balcani e l’est europeo che ha nei porti di Bari e Brindisi importanti approdi. Abbiamo una buona dotazione infrastrutturale ma difettiamo della capacità di metterla in rete e siamo pieni di smagliature. Con gli strumenti di programmazione stiamo quindi cercando di cucire l’ultimo miglio perché le infrastrutture funzionino a sistema». In platea tanti imprenditori di Confindustria al quale è andato il messaggio conclusivo dell’assessore Minervini: «il mondo delle imprese che in Puglia sta sviluppando servizi sulla logistica è ancora debole, il sistema deve evolvere, occorre fornire servizi a ridosso dei traffici perchè lì ci sono occasioni di sviluppo e di occupazione».

News