Articoli Taggati ‘rete distribuzione’

scritto da | on | Nessun commento

In un precedente post abbiamo visto come nel definire la propria rete distributiva un punto fondamentale è costituito dal determinare il numero di transit point necessari a soddisfare le esigenze dei clienti. Per poter determinare il numero di transit point abbiamo bisogno delle seguenti informazioni:

  • Pallet/giorno per ogni cliente
  • Indicazione geografica per ogni cliente
  • Numero di pallet trasportabili per mezzo di trasporto
  • Numero di mezzi di trasporto lavorabili per transit point

Per determinare il numero di pallet giorno per cliente dobbiamo estrarre dalla tabelle dei DDT di vendita le seguenti informazioni: CODICE CLIENTE,DDT,PALLET,DATA. Per determinare il numero di pallet per giorno cliente procediamo attraverso le seguenti query:

1
2
3
4
SELECT VENDITE.CLIENTE, SUM(VENDITE.PALLET) AS [PALLET ANNUALI]
FROM VENDITE
WHERE (((VENDITE.DATA)>="#01/01/2010#" AND (VENDITE.DATA)<="#31/12/2010#"))
GROUP BY VENDITE.CLIENTE;
1
2
SELECT [PALLET ANNUALI].CLIENTE, [PALLET ANNUALI].[PALLET ANNUALI], [PALLET ANNUALI]/220 AS [PALLET GIORNO]
FROM [PALLET ANNUALI];

Dall’anagrafica clienti estraiamo il comune di ogni cliente ed incrociamolo con la tabella delle ripartizioni geografiche che è possibile scaricare dal sito Istat. A questo punto raggruppiamo per provincia e dividiamo il totale per provincia per il numero di pallet per mezzo di trasporto e calcoliamo il minimo per tra questi e se è superiore a al numero di mezzi di trasporto lavorabili in un giorno utilizziamo il raggruppamento per provincia per determinare il numero di transit point (che sarà calcolato come somma dei numero di camion per provincia diviso il numero di mezzi di trasporto per transit point), se il minimo è inferiore al numero di mezzi di per transit point procediamo al raggruppamento per regione e così via. Una volta determinato il numero di transit point per raggruppamento geografico determiniamo in che punti debbono essere posizionati.

scritto da | on | Nessun commento

Per tutte le aziende che presentano grossi necessità distributive il problema più importante è, in sede di decisioni strategiche,quello di ricercare la più opportuna soluzione per la rete di distribuzione, verificando varie soluzione alternative. La soluzione più semplice come gestione è quella in cui la distribuzione è effettuata da un unico magazzino centralizzato; si passa poi alle soluzioni in cui vi è una rete distribuita con numerosi magazzini per la distribuzione locale. Tenuto presente il livello di servizio alla clientela che si è fissato per rispondere alle esigenze del marketing si dovrà studiare una la soluzione che minimizzi i costi di gestione di tutto il sistema distributivo. Il caso in cui la distribuzione venga effettuata a partire da un unico magazzino centralizzato è conveniente se non si hanno grossi problemi di servizio, ovvero se non si incontrano difficoltà nelle vendite effettuando la consegna in tempi non troppo ristretti, anche per quanto riguarda il momento esatto della consegna. In compenso questa soluzione permette di ridurre al minimo le scorte. Una rete di depositi è invece necessaria nel caso in cui i punti di consegna sono molto numerosi, i lotti di consegna sono di modesta entità mentre le consegne devono essere effettuate in tempi ristretti. Nel caso la soluzione con molti depositi si rivelasse assai onerosa rispetto ai vantaggi è possibile una soluzione intermedia che fa uso di transit point , si uniscono lotti destinati a clienti della stessa zona e questi lotti assiemati, verranno spediti al terminale di un corriere capace di servire la distribuzione locale provvedendo ad effettuare le singole consegne. Creare una rete di distribuzione significa risolvere in sequenza i seguenti problemi

  • Scelta tra soluzione centralizzata/ soluzione con transit point / depositi periferici
  • Nel caso di transit point e depositi periferici definizione del numero ottimale di transit point e depositi periferici
  • Ubicazione del deposito centrale o dei transit point / depositi periferici.

News