Articoli Taggati ‘Riduzione scorte’

scritto da | on | Nessun commento

La gestione delle scorte nelle imprese commerciali e di produzione è un testo classico di logistica, scritto dalla professoressa Tinarelli, che associa al rigore scientifico delle spiegazioni matematiche il taglio pratico dei problemi che quotidianamente deve affrontare il gestore delle scorte. Il primo capitolo introduce il problema della gestione delle scorte dando la definizione principali  e descrivendo i problemi tipici di gestione e organizzazione. Il secondo capitolo di taglio pratico esamina i problemi connessi alla gestione degli articoli in magazzino come la loro classificazione e codificazione, ed infine l’analisi abc e l’indice di rotazione. Il terzo capitolo è dedicato alla contabilità di magazzino sia tradizionale che automatizzata, descrivendo le diverse procedure. Il quarto capitolo affronta le problematiche relative alla gestione delle scorte classificando i modelli di gestione presentati nei capitoli successivi.  Il capitolo quinto analizza i modelli di gestione delle scorte per articoli a domanda regolare descrivendo la politica (Q,S) e (T,S), tale analisi prosegue nel capitolo successivo affrontando alcune ipotesi particolari. Il capitolo settimo è dedicato alla analisi dei modelli per articoli a domanda non regolare. Il capitolo ottavo esamina i problemi organizzativi e di gestione del magazzino come la spazio da riservare alle merci e la loro collocazione nel magazzino. Gli ultimi due capitoli sono dedicati ai sistemi MRP e JIT.

Generalità – Gli articoli di magazzino – Organizzazione e contabilità nella gestione delle scorte – Il controllo delle giacenze – Articoli a domanda regolare – La gestione degli articoli a domanda regolare in talune ipotesi particolari – Articoli a domanda non regolare – Alcuni problemi organizzativi e di gestione – Articoli a domanda dipendente MRP – JIT la produzione a scorte zero.

Just in time

nov
2009
24

scritto da | on | Nessun commento

Il JIT è uno strumento che rientra nel più ampio framework della produzione snella, adottata per la prima volta dalla Toyota. Il JIT prevede una scorta molto ridotta ottenuta grazie alla gestione di lotti molto ridotti, all’eliminazione degli sprechi ed al miglioramento della qualità dei prodotti. La realizzazione di tale politica richiede una reingegnerizzazione dei processi in modo da rendere il flusso dei materiali il più fluido e veloce possibile evitando soste inutile. Se consideriamo le scorte come il livello dell’acqua in un recipiente, il JIT riducendo il livello dell’acqua mette in luce tutti gli ostacoli che rallentano la navigazione, pertanto una parte delle scorte elevate era determinata per coprire malfunzionamenti dei processi produttivi, è chiaro che un livello minimo d’acqua deve rimanere onde evitare la nave rimanga in secca, ovvero fuor di metafora la scorta deve servire a coprire quella parte (ridotta) che i processi disegnati dall’azienda non riescono a gestire (esempio uno sciopero improvviso, un ritardo fisiologico del fornitore ecc).

ALLEGATI

JIT02
Titolo: JIT02 (0 click)
Etichetta:
Filename: jit02.pdf
Dimensione: 68 kB
JIT01
Titolo: JIT01 (0 click)
Etichetta:
Filename: jit01.pdf
Dimensione: 65 kB

scritto da | on , , | Nessun commento

Un problema che si può porre nel caso vengano gestite delle lavorazioni esterne è quello relativo al bilanciamento dei magazzini dei terzisti nel caso si segua per alcuni materiali una politica di alimentazione del terzista a dotazione, in modo particolare per quei materiali di base, comuni a più lavorazioni per cui non conviene contare ogni singolo pezzo da inviare al terzista. In questo caso si può verificare che alcuni codici hanno una giacenza inferiore all’ordinato in certi depositi mentre in altri può verificarsi il caso opposto. In questa condizione potrebbe non essere conveniente alimentare dal magazzino centrale quei depositi con disponibilità di materiale negativa ma potrebbe essere più utile spostare dei codici da un magazzino ad un altro. Lo schema proposto permette di determinare quali spostamenti è conveniente effettuare.

Sono necessarie le seguenti tabelle

Saldi: CODICE, COSTO,GIACENZA, IMPEGNO, DISPONIBILITA (l’impegno è dato dall’ordinato più la scorta di sicurezza) || Continua a leggere

News