Articoli Taggati ‘consegne’

scritto da | on , , | Nessun commento

Giri Facili è un servizio web pensato per organizzare, pianificare e ottimizzare i trasporti commerciali o i giri visite, rivolto ad aziende o singoli professionisti che utilizzano automezzi o che delegano il trasporto a operatori esterni gestendo però, in azienda, la funzione di pianificazione e controllo.

Giri Facili è una applicazione semplice, efficace e sostenibile per razionalizzare i costi di trasporto e massimizzare il potenziale di consegna e vendita. || Continua a leggere

Stock allocation

Nov
2013
20

scritto da | on , , | Nessun commento

In una impresa commerciale si presenta la necessità di determinare quali ordini cliente evadere in base alle disponibilità di magazzino, in fatti non sempre la giacenza di un articolo riesce a coprire la domanda per un determinato periodo, pertanto si rende necessario definire una procedura in grado di distribuire la giacenza su più ordini. || Continua a leggere

scritto da | on , , | Nessun commento

La puntualità di consegna è un KPI molto importante in quanto rappresenta uno degli elementi fondamentali del livello di servizio offerto al cliente. Calcolare la puntualità non è così agevole come sembra infatti esistono diverse insidie nel suo calcolo. Per prima cosa consideriamo l’indice di puntualità di consegna verso il cliente come il totale delle righe d’ordine consegnate puntuali sul totale delle righe consegnate in un intervallo di tempo. Per prima cosa devo definire quando una riga è considerata consegnata puntuale, per fare questo devo calcolare la differenza tra la data di spedizioni e la data di consegna prevista se la differenza è negativa o uguale a zero considero la riga puntuale, se è maggiore di zero devo considerare eventuali giorni di tolleranza ovvero in alcuni settori potrebbe essere tollerato che la consegna venga sforata di ½ giorni pertanto fino a due giorni posso considerare la consegna puntuale differentemente se non c’è tolleranza differenza positiva genera una consegna non puntuale. || Continua a leggere

scritto da | on , , | Nessun commento

Da gennaio 2011 è stato approvato il codice dell’amministrazione digitale che introduce la “firma elettronica avanzata” ovvero una firma elettronica con alcune caratteristiche di sicurezza. Il codice la definisce come “un insieme di dati in forma elettronica allegati oppure connessi a un documento informatico che consentono l’identificazione del firmatario del documento e garantiscono la connessione univoca al firmatario, creati con mezzi sui quali il firmatario può conservare un controllo esclusivo, collegati ai dati ai quali detta firma si riferisce in modo da consentire di rilevare se i dati stessi siano stati successivamente modificati”. Non si richiede né il certificato né il dispositivo sicuro per la creazione della firma. In determinati contesti, le cui caratteristiche complessive vanno attentamente esaminate, può trattarsi per esempio della One Time Password utilizzata da alcune banche, o della firma biometrica o della firma autografa apposta su tablet. || Continua a leggere

scritto da | on , | Nessun commento

Il tema della logistica dell’ultimo miglio è un tema sempre caldo in quanto sta riguardando sempre più imprese rispetto al passato. Con logistica dell’ultimo miglio intendiamo la consegna della merce al consumatore finale, mentre con logistica del penultimo miglio intendiamo la consegna della merce ai punti vendita che poi la consegneranno al consumatore finale. || Continua a leggere

scritto da | on , , | Nessun commento

Zone a traffico limitato, divieti di transito,  limiti di peso, orari per il carico e lo scarico delle merci, sono solo alcune delle insidie per chi deve consegnare merci in città. La difficoltà più grande è nel conoscere tutta questa normativa, infatti in molte città la gestione della mobilità è affidata ad una stratificazione di ordinanze comunali, la cui visibilità molte volte è affidata solo alla segnaletica urbana. Per uscire fuori da questo intricato groviglio di normative è stato creato il PUM ovvero il piano urbano della mobilità, uno strumento di cui ogni comune dovrebbe dotarsi per uniformare la gestione della mobilità in città. Purtroppo anche nel piano urbano è lasciata ampia libertà ai comuni per cui chi deve effettuare una consegna in due città vicine potrebbe essere costretto ad utilizzare due automezzi differenti in quanto le normative delle due città sono diverse tra loro. || Continua a leggere

News