fbpx

Standard GS1

Nel 1977 i rappresentanti di industrie di beni di consumo e della distribuzione di 12 paesi europei (tra cui l’Italia) concordano un sistema comune di identificazione automatica dei prodotti attraverso codici a barre: viene chiamato sistema EAN (European Article Numbering), dal 2005 con l’aggiunta di numerose estensioni viene rinominato in sistema GS1.

Lo standard GS1 e l’implementazione dei codici a barre nella catena della Supply Chain o nella logistica in generale offre diversi vantaggi:

  • permettendo una maggiore efficienza
  • fornendo la possibilità di una integrazione standardizzata dei sistemi nello scambio di beni e prodotti fra aziende diverse (anche attraverso il sistema EDI e GDSN)
  • permettendo la riduzione degli errori nella immissione dei dati nei sistemi informativi e logistici.

La codifica dei dati in codici a barre è un potente strumento all’interno processi aziendali e la sua implementazione sta diventando  un argomento di grande interesse per i dipartimenti IT/IS che devono affrontare la sua integrazione nei sistemi informativi.

La funzione primaria di utilizzo dei codici a barre è il riconoscimento automatico dei materiali nell’area Commerciale e Supply Chain. Lo standard GS1 organizza i dati in campi contraddistinguibili da codici chiamati Application Identifier. Questi ultimi definiscono il dato e le sue caratteristiche ( lunghezza caratteri, propreità, ecc..) permettendo di concatenare tutte le informazioni in un’unico codice a barre (attraverso dei separatori ) e  permettendo la lettura immediata tramite un lettore ottico di qualsiasi informazione riguardante l’unità logistica o commerciale.

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email
Share on whatsapp

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Articoli collegati

Eyo Scanner

Questo scanner di codici a barre è il miglior strumento per lavorare con lo smartphone, è progettato per agganciarsi nella parte posteriore del telefono, con

leggi