fbpx

Documenti di trasporto

In un precedente post abbiamo visto quali sono le principali casuali da utilizzare nei documenti di trasporto e visto le diverse richieste in merito in questo post approfondiamo l’argomento. È bene precisare che dal punto di vista fiscale l’indicazione della causale serve a vincere la presunzione di cessione di beni in quanto va indicata per lo spostamento di beni che non comportino effetti traslativi della proprietà, ovvero sposto fisicamente il bene ma la proprietà del bene rimane sempre la stessa. Vediamo adesso altre possibili causali da utilizzare nel DDT.

Sostituzione di prodotti ceduti in garanzia: Le sostituzioni in garanzia dello stesso prodotto o di parti difettose, che le imprese produttrice effettuano, sono considerate cessioni non imponibili ai fini IVA. Tale sostituzione deve risultare da un DDT per poter vincere la presunzione di cessione dei beni. Se tali condizioni non sono rispettate, la sostituzione è da assoggettare ad IVA. Nel DDT va inserita la casuale sostituzione in garanzia ex at. 73, comma 2 del DPR 633/72.

Trasporto dei beni in manifestazioni fieristiche: In caso di partecipazioni ad una manifestazione fieristica nelle quali i beni non vengono ceduti è necessario indicare nella causale la dicitura invio di beni per esposizione presso la fiera di , con l’indicazione dei giorni della manifestazione, inoltre non sussiste obbligo di compilazione dei modelli intrastat.

Movimenti interni alla stessa impresa: In questo caso la dicitura è quella di trasferimento interno tra stabilimenti aziendali, in questo caso è necessario che il luogo di destinazione sia inserito nella iscrizione al registro delle imprese e nella apertura della partita IVA.

Consegna di campioni:  Le cessioni di campioni gratuiti appositamente contrassegnati non sono soggetti ad IVA, pertanto è necessario indicare la dicitura cessione di campioni a titolo gratuito ed inoltre i beni devono essere contrassegnati con la dicitura campione gratuito.

2 commenti su “Documenti di trasporto”

  1. Buongiorno,
    complimenti per il blog, che trovo molto interessante, ma non trovo la risposta che cercavo, quindi espongo il quesito: siamo un’azienda che vende servizi di costruzione/ristrutturazione/arredamento all’estero (cantieri edili in paesi UE ed extra UE), di conseguenza dobbiamo spedire merce sul cantiere aperto, che dovrà essere messa in opera, quindi la nostra vendita finale sara il servizio e non la merce, il ns DDT di spedizione che causale dovrà riportare e quali altri dati sono necessari per eventuale mod. INTRA e /o triangolazione?? Grazie in anticipo per la gentile risposta.
    Stefano

  2. Salve, vorrei sapere come devo comportarmi con l’ emissione dei D.d.t per il trasporto merce ad uso noleggio, nella fattispecie per il rientro della merce nel mio deposito, tenendo presente che la maggior parte delle volte mi trovo su di una piazza ad orari notturni senza nessuno dei committenti presenti ed a volte in presenza di committenti privati che non hanno la possibilità di emettere D.d.t.

    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli collegati

L’efficacia del DDT

Un operatore logistico ha assegnato una consegna ad un vettore di sua fiducia. Il vettore nel consegnare la merce, ha fatto sottoscrivere al destinatario il

leggi

— il nuovo servizio per i piccoli commercianti —

Bottega Digitale

[]